Tom Cruise divorzio: Katie Holmes fu scelta da Scientology

tom cruise

Il matrimonio (da poco conclusosi) tra Tom Cruise e Katie Holmes pare sia stato fortemente “sponsorizzato” da David Miscavige che fu incaricato dallo stesso Tom Cruise di trovare una nuova moglie dopo il doloroso divorzio da Nicole Kidman. E pare che Katie Holmes fu scelta a seguito di un’intervista in cui diceva che il suo sogno, da bambina, era sposare il suo attore preferito (Tom Cruise, non a caso), fare dei figli con lui ed avere anche una grande piscina in casa.

Pare siano state queste le “caratteristiche” che secondo il leader di Scientology avrebbero consentito la più “perfetta” unione con Tom Cruise, dopo i tentativi falliti con Penelope Cruz, Jennifer Garner e Sofia Vergara (da notare come tutte e tre, da un certo punto in poi, siano “scappate” da casa Cruise). E pare che per questo Tom Cruise sia entrato in contatto con la donna, dando poi inizio alla relazione che li condusse a sposarsi.

Certo, pare una ricostruzione un pò “troppo” semplice, ma è tuttavia innegabile che il fondatore di Scientology, sette religiosa di cui Tom Cruise è seguace da anni, in modo pressochè acritico, sia in una qualche misura tra i più importanti amici (e consiglieri) di Tom Cruise.

Ora però per l’attore (quasi 50enne) si apre un periodo molto difficile. Pare infatti che Katie Holmes avesse concluso un accordo prematrimoniale che le garantirebbe un bonus di 3 milioni di dollari per ogni anno di matrimonio. Con un’altro bonus importante, dalla consistenza ancor maggiore, nel caso in cui il matrimonio avesse portato alla nascita di figli. Se questo fosse vero sicuramente le motivazioni di Katie Holmes (sia nel contrarre, sia nel rompere il matrimonio) apparirebbero sotto una luce parzialmente diversa. La battaglia legale, in ogni caso, si prospetta durissima e sarà combattuta a colpi di milioni di dollari e comunicati stampa al vetriolo.