Il tema del viaggio ai tempi dello smartphone


Schermata 2014-08-27 alle 15.51.20

Il tema del viaggio, nel cinema e nella letteratura, ha sempre reso omaggio agli strumenti del comunicare che rendono meno difficile l’allontanamento da una persona lontana. I più romantici ricorderanno il fascino irresistibile della lettera, o della cartolina dedicata ad una persona cara. Il gesto di “inviare” un dolce pensiero che possa anticipare, o accompagnare, un viaggio sentimentalmente importante, ha sempre affascinato chi ha dovuto raccontare le gesta dei viaggiatori. L’arrivo del telefono (sia che si tratti di telefono a gettoni che di smartphone con video-chiamata…) ha senz’altro reso meno importante l’invio di una lettera, ma non ha certo minato il contatto umano che si instaura quando due persone si incontrano “dal vivo”. Mai nessuna tecnologia potrà sostituire la bellezza, la forza e l’intensità del contatto umano tra due persone.
“A volte, per comunicare davvero, la tecnologia non è tutto”; e’ proprio Questo è il messaggio che la compagnia telefonica Wind ha voluto trasmettere, creando un cortometraggio per il web (vi invito a dargli una occhiata nella clip che segue a fine pagina), intitolato semplicemente “Papà,”, e avente per protagonisti un padre e un figlio che stanno per rincontrarsi.  Il corto vede un uomo mettersi in viaggio per rivedere il proprio figlio, che non incontra da tanto tempo. Al suo arrivo, toccherà con mano il piacere del contatto vivo con il genitore.
Lo smartphone, e la tecnologia in generale, è entrato nella vita e negli affetti delle persone, rendendo più facile condividere sentimenti, verità, pensieri. Ma non tutto deve essere “inglobato” dalle tecnologie stesse, e, specie nel caso delle difficili lontananze, è giusto dedicare tempo e attenzioni ai contatti umani con le persone più care, anche se questi sono difficili da raggiungere, o richiedono un lungo viaggio.

httpv://www.youtube.com/watch?v=JSWDo95hNR0