Tania Cagnotto Londra 2012 niente medaglia per i tuffi



Tania Cagnotto atleta italiana che ha partecipato alle Olimpiadi di Londra, nella sezione “tuffi” per solo 2 decimi non è riuscita a rientrare nel podio finale. L’oro è andato alla cinese Wu Minxia, l’argento a He Zi e il bronzo alla messicana Laura Sanchez.  La delusione è tanta, “Ho fatto due record personali in due giorni ed alle Olimpiadi. È andata come doveva andare, non ho rimpianti . La messicana? Non me l’aspettavo, l’ho sempre battuta”. Fa rabbia pensare che la Sanchez con  326.40 punti ha battuto di pochissimo la nostra Tania che ha chiuso con un puntuggio di 362.20!

Non ho nemmeno visto quanti punti ho fatto. Nel sincro sono giunta a due punti dalla medaglia; oggi 20 centesimi dal podio. Queste Olimpiadi sono stregate per me” ha dichiarato a fine gara la Cagnotto.

Tania, classe ’85, è la prima donna italiana ad aver ottenuto una medaglia mondiali nella categoria tuffi. Il padre, nonché suo allenatore, è Giorgio Cagnotto,  uno dei più forti tuffatori degli anni ’70 così come la madre, Carmen Casteiner.  Ed è proprio il signor Cagnotto ad avere le parole più dure “ Eravamo arrivati qui preparati bene, e invece abbiamo perso due medaglie: più che delusione, provo rabbia. Serviva la gara perfetta, e lei non lo è stata. Smettere? Deve pensarci lei, ma ora soprattutto deve liberarsi la testa” conclude. Tania risponde “dove lo vai a trovare l’errore in venti centesimi, dove? è solo la sfiga. Era il momento chiave della mia carriera adesso sto male: so che la medaglia non mi avrebbe cambiato la vita, sarei stata felice, ovvio, era una soddisfazione tutta per me, per quello che ho fatto in tanti anni. La sento come l’ultima occasione, era l’Olimpiade giusta. Rio? Adesso vada in vacanza e ai tuffi non ci penso.” Dispiace che una ragazza così di talento abbia visto soffiarsi la medaglia di bronzo per pochi punti, ma confidiamo in un ritorno in forma e alla grande per questo delfino dei tuffi!