Supermercati Economici: vince il più piccolo



Anche fare la spesa è diventato un lusso, ma secondo alcune ricerche. I posti più convenienti per fare la spesa sono le piccole catene anziché i colossi della grande distribuzione. Dopo un lungo periodo in cui grandi catene ed immensi centri commerciali hanno dominato lo scenario,ora le piccole catene riprendono forza e diventano più convenienti. I dati derivano dalla ricerca che il mensile Altroconsumo ha svolto su 949 di punti vendita di 44 catene della grande distribuzione organizzata (Gdo) in 61 città italiane.

Altroconsumo ha considerato i prezzi di due spese-tipo: carrello 1, che include i prodotti di marca più venduti e carrello 2, che contene i prodotti low cost, cioè la spesa di chi punta al massimo risparmio. Nel carrello 1 vincono vince la gara della convenienza una piccola insegna , Galassia , con solo sei punti vendita in Italia, seguita da U2, marchio della catena Unes e da Panorama, gruppo Pam, in terza posizione. I giganti come Esselunga, Iperccoop, Auchan e altri, si collocano dalla quinta posizione in giù. Invece, sul carrello 2, il più economico, vincono ovviamente gli hard discount con Eurospin, Lidl, Dico e In’s (ultime due a pari merito) nelle prime tre posizioni, in quest’ordine. Il primo colosso della Gdo che si incontra è Carrefour in ottava posizione. Da questo studio si è dimostrato che la spesa può avere prezzi differenti a seconda della zona d’Italia nella quale si va a fare la spesa. Al sud, per esempio, la spesa può costare di più perché non c’è concorrenza, mentre al nord la città in cui si risparmia di più è Verona. La città più cara in cui fare la spesa rimane Aosta con una spesa annua di 6.571 euro/anno