Sex Toys: un dildo a prova di bomba!

Petrozavodsk

Una squadra di artificieri dell’unità antiterrorismo è stata chiamata ad intervenire per un allarme bomba all’interno di ufficio postale di Petrozavodsk, piccola città nella repubblica autonoma di Karelia, nel nord ovest della Federazione Russa.

Un impiegato dell’ufficio aveva infatti identificato come fortemente sospetto un pacco anonimo che gli era passato davanti; ciò che lo ha allarmato era soprattutto un ticchettio proveniente dall’interno.

Non bisogna del resto dimenticare che la Federazione Russa è periodicamente scossa da attentati attribuiti ai separatisti ceceni (il più noto e tragico di questi eventi ebbe come sede la città di Beslan e certamente molti lo ricorderanno) quindi la cautela dell’impiegato ha una sua giustificazione.

Gli artificieri sono prontamente arrivati, muniti di un’attrezzatura molto sofisticata; hanno evacuato completamente l’ufficio e tutta la zona circostante mentre la polizia provvedeva a circondare il perimetro.

All’apertura del pacchetto però è probabile che siano scoppiati a ridere. Il contenuto non era una bomba infatti, ma un vibratore a pile.