Senatori Stipendio: dicono che guadagnano poco …



Ci vuole davvero il coraggio a dire certe cose….perché quando si parla di Casta a far storcere ancora di più il naso all’opinione pubblica è proprio la convinzione dei parlamentari di essere anche loro nel centro della crisi dei portafogli italiani. Così se in questi giorni gli umili cittadini della Penisola, che quotidianamente fanno i conti con la vera crisi economica, chiedono che vengano abbassati gli stipendi dei parlamentari, direttamente dalla Casta arriva un grido di aiuto, perché poverini anche loro hanno seri problemi.
A sollevare la questione, con un coraggio che neanche il Pinocchio di Collodi avrebbe avuto, è stata la senatrice Pdl Laura Allegrini, scesa in campo per difendere i suoi simili e far capire alla generazione da 800 euro al mese che anche chi siede sulle poltrone del Parlamento percepisce uno stipendio minimo…insomma appena 3000 euro mensili!
So che scandalizzerò, ma non mi preoccupo. Posso dichiarare tranquillamente che oggi un parlamentare italiano non guadagna più di 3000 euro al mese al netto di tutto.”
Dai 14mila euro vanno infatti sottratti i contributi, le spese per la permanenza a Roma e per i collaboratori. “Dei 5000 che rimangono mille vanno al partito e mille per gli obblighi sul territorio.
Insomma, stando alle parole della senatrice, alla fine la cifra netta è solo un cumulo di spiccioli, una somma che gran parte degli italiani riesce a racimolare dopo almeno tre mesi di lavoro.
Ma lo sfogo di Laura Allegrini non finisce qui, perché la senatrice con la passione per la recitazione ci tiene a ricordare che molti politici lavorano davvero troppo e a rimetterci spesso è anche la loro vita sociale.
 “Alle prese con i lavori parlamentari, i mille impegni, senza affetti, ci si accorge di essere molto soli.” Ed ecco così spiegato anche il fenomeno Escort …