Sei una ragazza brutta? Qui puoi trovare la tua dolce metà



Navigando sul web, vengo a conoscenza di un’agenzia online per  persone poco attraenti, i così detti brutti: The Bug Ugly Ball.
E’ un spazio dedicato a chi, per un aspetto fisico non molto piacente, vuole incontrare la sua anima gemella.
Iniziativa  ha ricevuto molte critiche da parte di chi, indignato, ritiene tale idea una forma di  discriminazione nei confronti di chi non è bello, invero ma in molti hanno aderito a questa idea ed  hanno apprezzato l’ironia e l’onestà, mettendosi in gioco. Hanno compreso che non è importante celare l’aspetto fisico o apparire diversamente da come si è, ma essere se stessi, brutti o belli.
Ci arriva notizia che l’agenzia sta partorendo i primi successi, infatti una coppia , conosciutasi online, ha deciso di sposarsi.
La  The Bug Ugly Ball, onorata di questo risultato,  parteciperà attivamente all’organizzazione del matrimonio, specie per il viaggio di nozze. Curiosando sulla vita dei due brutti sposi, scopro che  si sono conosciuti, chattando, in estate. Dopo soli quattro incontri hanno deciso di sposarsi.
Lui, Tom Clifford,  ha 36 anni, lei Janine Wlaker.  Janine , consapevole di non essere bella e che il suo uomo non è un adone, subito ha accettato l’anello.
Sembrano entrambi felici ed emozionati. Ma riflettiamo su questa vicenda,  spesso la donna  bella teme di essere apprezzata solo per il suo aspetto fisico, nel caso di Janine, invece, possiamo parlare di un accontentarsi?  E’ anche vero che una persona brutta può sfoggiare altre qualità, assai più importanti. Spero che la coppia sia stata, realmente, colpita dalle frecce di Cupido ma una leggera incertezza resta. Che si siano accontentati perché di meglio non trovavano?