Scientology Accuse: costano la segregazione?

Church_of_Scientology_International_

Sono pesanti le accuse, riportate dal Daily Mail, di Valeska Paris. La donna sostiene di esser stata letteralmente imprigionata, all’interno di una nave da crociera, sin dall’età di 18 anni, dopo che la madre aveva denunciato la Chiesa di Scientology. Un caso? Le accuse sono gravi e fortemente infamanti. Valeska sostiene di non esser stata mai lasciata da sola e di aver coperto degli inumani turni di 48 ore, in coperta. La Chiesa, ovviamente, si dichiara estranea alla vicenda e sostiene che si tratti di complete fandonie.

La denuncia è avvenuta in tv. Valeska avrebbe vissuto dodici anni della propria vita in una cattività forzata, nata proprio dopo la denuncia della famiglia, a danno della Chiesa di Scientology che la ragazza aveva seguito sino a quel momento! La donna avrebbe lavorato duramente nella lussuosa nave da crociera Freewinds e, sempre secondo le sue dichiarazioni, non le è mai stato concesso di abbandonare l’imbarcazione senza la scorta al seguito. Scientology smentisce che questo sia anche solo teoricamente possibile!

Valeska sostiene che David Miscavige, leader di Scientology, l’avrebbe condotta sulla nave da crociera per impedire alla sua famiglia di allontanarla dalla Chiesa! Valeska afferma che, all’inizio, gli era stato detto che la sua permanenza sarebbe durata solo due settimane. Poi quelle settimane sono diventate 12 anni di lavoro inumano e di schiavizzazione. Il passaporto le era stato sequestrato al momento dell’imbarco e, visto che si trovava nel bel mezzo del nulla, tra isole paradisiache, era un po difficile riuscire a sfuggire, in qualche modo, alla rigida sorveglianza!

Le navi hanno un alto significato religioso per questa chiesa. Vi vengono impartiti i corsi VIII livello Thetan, i più importanti. Secondo la donna, il capo di Scientology si arricchirebbe a spese dei suoi seguaci, comportandosi al limite della psicosi! Chi avrà ragione? Cos’è davvero Scientology? Ci auguriamo che questa storia sia solo un trovata pubblicitaria, perché, se fosse vera, si tratterebbe di un crimine da denunciare!