Roxxxy, il robot del sesso simile all’umano

20130827_schermata_2013-08-27_alle_20.24.48

La solitudine, si sa, è una brutta bestia. E quando si parla di ‘solitudine’ in ambito sessuale, ecco che –almeno per quanto riguarda i maschietti- viene subito in mente la ‘bambola gonfiabile’. Accessorio che, a quanto pare, nell’industria del sesso è tra i più venduti al mondo… Ma, c’è chi ha pensato che forse la classica bambola gonfiabile era diventata troppo obsoleta rispetto agli anni che stiamo vivendo.

 

Così, è nata Roxxxy! Di che si tratta? Roxxxy non è una semplice bambola gonfiabile, ma un vero e proprio robot che è stato progettato per fare sesso! Chi ha avuto la ‘fortuna’ di toccarla, sostiene che la sua pelle è straordinariamente simile a quella umana (un elemento che, se da una parte farà felici sicuramente i clienti, dall’altro potrebbe risultare anche un tantino inquietante…). In più, Roxxxy è personalizzabile: alta un metro e 70 per 27 kg di peso, questo robot per fare sesso potrà essere scelto in diversi colori, sia di capelli che di abiti. Il suo creatore, Douglas Hines, intervistato dichiara che: Il robot non soddisferà solo i bisogni primari, ma sarà anche di compagnia. Il divario tra ciò che è umano e ciò che è robotico si ridurrà al minimo, questo è un momento molto emozionante”.

 

Ma, a prescindere dalla sua funzione ‘primaria’, a chi è destinata il robot Roxxxy…? Sempre Douglas Hines dice: “Uno dei mercati a cui puntiamo è la sanità, ma ora tentiamo di entrare nell’industria del sesso”. E qualcosa ci dice che,  questa versione moderna e iper tecnologica di bambola per fare sesso, sarà molto venduta…

 

20130827_schermata_2013-08-27_alle_20.24.48