Rimedi contro l’influenza post feste

images-1

Queste feste natalizie, che si avviano ormai alla conclusione, sono state funestate dall’influenza:  molti italiani infatti –si parla di circa 450 mila- sono a letto con la febbre, raffreddore e mal di gola. Un’influenza che ha incominciato ad affacciarsi proprio durante Natale e Capodanno e che pare che non abbia toccato ancora il suo picco massimo che si registrerà invece subito dopo l’Epifania. Un momentaccio, considerato il fatto che, proprio in quel periodo, riapriranno le scuole e si tornerà negli uffici… Il virus influenzale di questa stagione si chiama ‘AH3N2’, ed è tra quelli inclusi anche nel vaccino di quest’anno. Ma come affrontare quest’ondata di influenza? A dare consigli utili, sono i pediatri dell’ospedale romano ‘Bambino Gesù’: “La vaccinazione è lo strumento di prevenzione più efficace per i bambini a rischio come quelli affetti da cardiopatie, pneumopatie, diabete, fibrosi cistica. […]”. Interviene anche il responsabile di Pediatria generale e Malattie infettive della struttura ospedaliera, Alberto Villani, che raccomanda: “E’ importante che un bambino affetto da una di queste patologie non contragga l’influenza. Si tratta di categorie a rischio per le quali una semplice influenza può diventare una malattia di particolare rilevanza. Per tutti i bambini in buona salute è sufficiente fronteggiare i sintomi avvalendosi del consiglio del proprio pediatra, somministrare farmaci per la febbre e tenere le vie respiratorie il più libere possibile”. In generale per tutti il consiglio è di curare particolarmente l’igiene (ad esempio lavarsi le mani più spesso del solito…), di riposare il più possibile e di incrementare nella propria dieta il consumo di frutta e verdura.

 

images-1