Quanto costa un matrimonio in Chiesa e uno in Comune

Matrimonio-con-rito-civile-religioso

Una domanda che molti fidanzati a fronte della fatidica proposta di matrimonio da fare alla propria amata si pongono è: quanto costa un matrimonio in Chiesa ed uno in Comune? Come prima cosa è meglio sapere che il matrimonio celebrato in comune lo si può gestire in  maniera più libera, cioè si può scegliere di fare come in chiesa e di addobbare con l’aiuto di un fioraio, indossando un vestito importante o di fare qualcosa di più semplice.

Addirittura in Comune si può anche scegliere di far celebrare il proprio matrimonio, invece che dal sindaco, da un parente o un amico caro incaricato per l’occasione dal primo cittadino. Da non sottovalutare è anche la scelta delle locations,  se di proprietà del comune. Capitolo Chiesa. Qui ci sono regole più severe da considerare, permettendo così meno variazioni personali, come le musiche, che generalmente al 95% possono essere solo di stampo religioso. Ovviamente però sposarsi in Chiesa è il sogno di ogni ragazza, anche se i costi sono altresì maggiori, rispetto ai costi che si sostengono per un  matrimonio in  Comune.

Non a caso è la scelta del Comune è una scelta che solitamente al 50% viene fatta da chi non può sostenere i prezzi elevati di un matrimonio in chiesa. Si deve quindi scegliere se celebrare un  matrimonio concordatario, dove si ci sposa in Chiesa o un matrimonio civile, cioè solo in Comune. Per coloro che invece vogliono unirsi sia davanti a Dio che davanti al primo cittadino, possono scegliere di celebrare un matrimonio anti concordatario, il quale prevede due riti: uno in Chiesa e l’altro in Comune.