Putin Russia: trionfo alle presidenziali con il 63% di voti



Vladimir Putin torna ad essere presidente della Federazione Russa per la terza volta consecutiva con il 63% di voti ottenuti alle presidenziali. Un trionfo quasi assoluto che ha commosso il (neo-)presidente che a poche ore dalla vittoria ha affermato che la lotta alle elezioni è stata aperta ed onesta.

Ma Putin ora si prepara a dover subire nuove ed ulteriori proteste, in particolare da parte di un’opposizione pronta ad accusarlo di aver influenzato le presidenziali e facendo riferimento ai risultati resi ufficiale che non corrisponderebbero a quelli reali.

I manifestanti sono dunque pronti a tornare ancora una volta in piazza per esprimere il loro disappunto nei confronti della terza carica consecutiva di presidente per Vladimir Putin. Nel frattempo ad appoggiare la protesta è anche l’Osce (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) convinta che i risultati delle elezioni siano stati letteralmente modificati a favore di Putin.

Non c’è stata reale competizione e l’abuso di risorse governative ha garantito che il vincitore delle elezioni non sia mai stato in dubbio”, questo il commento di Tonino Picula, osservatore dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, il quale rappresentando il pensiero di molti chiede che venga fatta luce sull’eventuale questione dei brogli e sui risultati reali delle presidenziali.

Nel frattempo Putin si detto commosso della nuova carica presidenziale e solo pochi giorni fa dichiarava quanto segue: “Spero che il risultato di queste elezioni permetta al nostro paese di proseguire lo sviluppo spirituale e materiali degli ultimi anni.