Pretty Litte Liars 3×08 Recensione: i buchi che si riempiono di buchi!



Ricordo perché m’innamorai di questo telefilm. Ah, ecco, perché la suspence era all’ordine del giorno. Perché tutto inquietava ed era avvolto nel mistero, nella speranza di venir svelato e perché tutti erano al proprio posto! Purtroppo la coerenza è solo un ricordo perché l’episodio 3×08 è un chiaro esempio riempitivo che fa tanto male al mistery ed alla storia stessa! I personaggi sembrano marionette pronte ad entrare in scena non appena il filo si allunga, per poi sparire altrettanto velocemente. Le storie d’amore fanno acqua da tutte le parti. Nascono amicizie improbabili e poco credibili (cos’hanno da spartire Caleb e Spencer?) e la stessa A è diventata una stalker appannata ed affannata, forse ubriacona, fissata solo col denaro (e qua l’inverosimile prende vita… In quale banca si può entrare incappucciati come ladri senza essere arrestati?). E i segreti, i misteri vengono arrotati dalle noiosissime vicende familiari di Ezra, riccone non manifesto, personaggio quasi inutile che continua a prendersi sul serio. A causa sua, la vita di Aria è peggio di quella di una quarantenne. L’unica nota positiva è che, forse, ha imparato a vestirsi, per l’occasione (scherzavo, ho visto la sua maglia col teschio nella 3×09 e mi si è raggelato il sangue!). Dunque, purtroppo, dovremo conoscere tutti gli instabili membri della famiglia di Ezra: la madre cinica ed altezzosa ed il fratello insolente. A che pro? Giustificare entrate di denaro che altrimenti avremmo associato ad A? Mettetevi l’animo in pace. Marlene ha detto chiaro e tondo che la storia di Ezra non ha nulla a che vedere con quella di A e, nonostante io non creda ad una delle parole che proferisce la King, so perfettamente che non sacrificherà mai la coppia più amata d’America (ma perché?). Mi domando e dico: ha copiato ogni riga di quel santissimo libro, non potevi far finire Aria con Noel, suo grande amore nella saga libresca? No, continuiamo a far passare un amore illegale, noioso, poco credibile per lecito, fantastico e meraviglioso. L’ARIA non cambierà mai?

Vogliamo parlare di Hanna? Voglio dire: puoi essere la ragazza più dolce e generosa del mondo, ma Mona ti ha quasi ucciso, ti ha quasi fregato il fidanzato ed ha attentato alla vita di tutti quelli che conosci ed ami e che fai? Un discorso strappalacrime per non farla spedire alla fine del mondo, liberandotene, finalmente? Proprio così e già che ci siamo diamo anche un bacino a Wren, non sia mai che l’unica coppia decente del telefilm possa tornare insieme (Hanna e Caleb, ovviamente!).

Ma se vogliamo parlare di comportamenti assurdi dobbiamo citare Emily, l’affranta e noiosissima Emily, così triste per il rinvenimento del sito di Maya e così preoccupata per il suo contenuto da nuotare nuda in una piscina con Paige dopo averla baciata… Bé, capire questa ragazza è un dramma. Sono certa che tra due puntate sarà di nuovo in confusione e vorrà tornare a piangere Maya…

Perché i personaggi arrivano e spariscono immediatamente? Perché un sasso viene gettato nel lago, ma poi viene subito inghiottito? E dove diavolo è quel pazzo di Lucas? La mai incinta Melissa? Il pazzo-non-si-sa-perché Mike? E Noel? Ah, scusate, Noel è probabilmente implicato nell’uccisione di Maya! Ma perché?? Voglio dire: è un personaggio così positivo e prolifico nei libri. Nel telefilm è una pedina oscura che appare all’improvviso, si mette insieme alla cattiva di turno per poi rintanarsi nell’antro buio in cui dimorano tutti i dimenticati di questo telefilm! E Cece? E’ a giocare a carte con Mona e la gemella? Perché lo sapete, vero, che non passerà molto prima che questa benedetta gemella salti fuori?

Era il bacio rubato o il nostro tempo nel seguire l’inutile episodio?