Premio Strega 2012: vince Alessandro Piperno



Il vincitore del Premio Strega 2012, alla fine, non è stato il “quasi certo” Emanuele Trevi (che tutti, editori compresi, davano per stra-favorito) ma Alessandro Piperno. Lo scarto tra i due finalisti, a conti fatti è stato davvero piccolo, appena 2 voti (126 di Piperno contro i 124 di Trevi) al punto che qualcuno parla di “due vincitori”. Alla fine però è stato lo scrittore romano, classe 1972, ad accaparrarsi l’ambitissimo premio, vinto grazie al suo romanzo “Inseparabili – Il Fuoco Amico dei Ricordi”.

Una vittoria arrivata quindi dopo un testa a testa serrato, con avversario “Qualcosa di Scritto” di Emanuele Trevi che, come abbiamo detto, è arrivato ad appena un soffio dal traguardo. In terza posizione è giusnto invece Gianrico Carofiglio (119 voti) con il suo “Il Silenzio dell’Onda”; quarto posto per Marcello Fois con “Nel Tempo di Mezzo” (48 voti) e quinta Lorenza Ghinelli con “La Colpa” (16 voti).

Il vincitore, che non si aspettava una simile affermazione, si definisce “frastornato ed emozionatissimo”. I primi ringraziamenti sono andati alla sua casa editrice, la Mondadori. Riguardo il suo avversario, battuto in extremis, Piperno ha parlato di una votazione finale “dura e leale: sapevo che sarebbe stata una vittoria all’ultimo voto e ad un certo punto pensavo di aver perso. […] Questo momento è più entusiasmante di quanto immaginassi. […] E’ una gioia paragonabile a quella di uno scudetto. Posso dire che questo è lo scudetto della mia carriera”.

Il suo libro conclude la saga della famiglia Pontecorvo, iniziata con Persecuzione, dove veniva raccontata la storia di un celebre chirurgo romano coinvolto, erroneamente, in uno scandalo di pedofilia. Questo libro invece raccoglie le storie dei figli del chirurgo, Samuel e Filippo, una volta raggiunta l’età adulta, con vite contorti e destini ancora da tracciare. Che però non passeranno per la penna di Piperno, che ha intenzione di chiudere qui questa “saga”.