Preghiere Contro I Terremoti: affidiamoci a Sant’Emidio D’Ascoli!

santino_santemidio

Sant’Emidio fu un martire cristiano che nacque a Treviri nel 273. Egli si convertì al Cristianesimo nel 290. Si sdoganò dalla famiglia che lo voleva pagano e raggiunse l’oratorio di San Nazzaro, nel quale ebbe numerosi seguaci. Scappò da Roma durante le persecuzioni di Diocleziano ed evangelizzò L’Aquila, Teramo, per poi installarsi ad Ascoli! Proprio in questo luogo egli avrebbe compiuto numerosi miracoli.

Sant’Emidio è divenuto il Santo Protettore contro i terremoti perché pare che vari terremoti abbiano impedito che egli rinnegasse la sua fede cristiana. Ciò avvenne quando il tempio nel quale i genitori lo condussero, perché rinnegasse la fede cristiana, crollò; poi, ad Ascoli, egli avrebbe fatto crollare i templi pagani, tramite un violento terremoto! Pare, inoltre, che Ascoli venne protetta dal Santo che impedì che il terribile terremoto del 1703 la distrusse.

Il Santo viene celebrato il 5 agosto. Sono attribuibili al Santo anche guarigioni miracolose.

In questo periodo difficile per la popolazione emiliana, l’Italia intera dovrebbe intonare una preghiera al Santo Protettore Contro i Terremoti per far sì che fermi, con la sua mano benevola, questo terribile sciame sismico, che riporti la pace in territori dilaniati e disperati, che dia conforto alle popolazioni a cui il sisma ha distrutto il futuro!

Ecco la preghiera che tutti dovremmo intonare, affinché Sant’Emidio ci protegga dal flagello dei terremoti:

Sant’Emidio, accogli benigno la preghiera che fiduciosi ti rivolgiamo. Intercedi per noi presso il Signore affinché, a tua imitazione, la nostra fede, vivificata dalle opere, sia testimonianza di filiale amore a Dio e di fraterna carità per il prossimo. Spronati dal tuo esempio, promettiamo di vivere col cuore staccato dai beni della terra e disposti a sacrificare tutto pur di restare fedeli a Dio e alla Chiesa. Estendi su di noi, sulle nostre famiglie e sulla nostra città e diocesi la tua protezione affinché, preservati dal terremoto e da ogni altro flagello, possiamo trascorrere una vita quieta e tranquilla, tutta intesa a daregloria a Dio e a rendere più sicura la salvezza delle nostre anime.