Papa Benedetto XVI Germania: presto le sue dimissioni?



 

Circola da poco tempo una voce che, se si rivelasse vera, potrebbe condurre molti fedeli nello sconforto. Il Papa Joseph Ratzinger si dimetterà presto. E’ infatti noto che Benedetto XVI  non scarta la possibilità di dimettersi allo scoccare del suoi 85 anni, ovvero nell’aprile del prossimo anno. Che Ratzinger ritenga possibile questa scelta è noto almeno dal 2002, quando si dovette studiare l’eventualità con l’aggravarsi della malattia di Giovanni Paolo II.

Tuttavia, Benedetto XVI si trova spesso ad essere contestato per il suo ruolo in un momento tanto difficile in cui la Chiesa sta attraversando una bufera che Ratzinger stesso ha definito «la peggiore persecuzione».Il filosofo ebreo francese Bernard Henri Lévy ha denunciato che tutte le volte in cui si parla di Papa Ratzinger «la discussione è dominata da pregiudizi, da insincerità fino alla più completa disinformazione».il 13 settembre c’è chi addirittura vuole trascinarlo davanti al tribunale dell’Aja con la pesante accusa di «crimini contro l’umanità» per gli abusi di cui si è sentito molto parlare. In questi giorni il Papa  è stato accolto in Germania  da varie manifestazioni ostili e secondo un sondaggio due terzi dei cattolici tedeschi ha definito «per niente o poco importante»per sé la visita del Pontefice.

Dunque Benedetto XVI sta affrontando una situazione complessa per le pesanti rivelazioni relative ad abusi all’interno della Chiesa che hanno messo parecchio in discussione la sincerità stessa del Pontefice che si dimostra però  sinceramente dispiaciuto per gli accadimenti al punto che a Malta, un rappresentante delle vittime di abusi, Joseph Magro, dopo l’incontro col Santo Padre, ha dichiarato: «Il Papa ha pianto insieme a me, pur non avendo alcuna colpa per ciò che mi è accaduto».