Nero Wolfe Rai 1: riassunto puntata 10 maggio



Nella serata di ieri, su Rai Uno, è andato in onda il sesto appuntamento con Nero Wolfe, la fiction che ha riportato sullo schermo le gesta dell’eccentrico ma inesorabile investigatore. In questa versione per la tv italiana il detective ha il volto di Francesco Pannofino, mantre il suo assistente storico, Archie Goodwin, è interpretato da Pietro Sermonti.

Anche nella puntata di ieri il caso da risolvere era particolarmente intricato ed ha messo una volta di più a dura prova le straordinarie capacità di Wolfe.
Il titolo era Parassiti e la trama ha ruotato attorno una ricca e misteriosa famiglia, il cui “capo”, il faccendiere Otto Bertola, decide di rivolgersi a Nero Wolfe per tentare di far luce su alcuni sospetti che lo assillano. Bertola difatti è convinto che i membri della sua famiglia tramino alle sue spalle, con lo scopo di trarre qualche forma di vantaggio economico. Sono il figlio Lapo e la nuora Susanna a lasciarlo meno tranquillo di tutti gli altri con in più il timore che stiano trattando di segreto con il suo ex segretario per procurargli un danno.

Wolfe allora decide di mandare Archie ad indagare sotto copertura. In tal mondo potrà osservare da vicino i vari componenti della famiglia, a partire dai principali sospettati. Che non sono i soli a catturare l’attenzione di Goodwin. Ci sono difatti anche la seconda moglie di Bertola, Trina, dipendente dall’alcol e incline al tradimento, il fratello di lei, Ruggero, con il vizio del gioco e l’amico di famiglia Zanna che a stento nasconte una forte rivalità nei confronti di Otto Bertola. Quando Zanna viene ucciso il primo sospettato è lo stesso Otto. Ma si scopre che non era il solo ad avere problemi con il defunto. Ed al primo morto, come avete visto, ne è seguito anche un altro.