Naufragio Costa Concordia Quarto Grado: la cronaca di un disastro …



Ieri 10 febbraio 2012 su Rete 4 è andata in onda una nuova puntata di Quarto Grado che, oltre ad argomenti quali l’omicidio della piccola Sarah Scazzi e della giovanissima Yara Gambirasio, ha affrontato anche la delicata questione del naufragio della nave da crociera Costa Concordia, avvenuto il 13 gennaio scorso sugli scogli dell’Isola del Giglio.

Così a quasi un mese dalla tragedia che ha coinvolto oltre 3000 passeggeri, causando la morte di 32 persone, il conduttore Salvo Sottile ha ripercorso, tramite interviste ed immagini del tutto inedite, la tragica notte del 13 gennaio scorso quando, intorno alle 21.00, quel famoso ‘inchino’ si è rivelato essere una manovra letale per la nave da crociera e per tutti i suoi passeggeri.

In particolare Salvo Sottile ha proposto all’attenzione degli spettatori alcuni video fino ad ora mai visti e realizzati all’interno della nave proprio durante il naufragio, mettendo purtroppo in evidenza la difficoltà del personale a bordo di coordinare le operazioni per la messa in salvo dei passeggeri.

Ma ad apparire nelle immagini è anche l’unico indagato, sino ad ora, per il naufragio della Costa Concordia, il comandante (ormai ex) Francesco Schettino.

In un video realizzato intorno alle 2215 del 13 gennaio, dunque circa quarantacinque minuti dopo l’impatto, l’uomo appare al telefono probabilmente con i suoi superiori, per poi decidere di gettare l’ancora ma con una certa lentezza nella probabile attesa di ordini ben precisi da parte dei responsabili della Costa.

A far parlare ès tata ancora una volta la figura alquanto misteriosa di Domnika Cermontan, la ballerina moldava presente sulla nave il giorno del naufragio e che, poco prima dell’incidente, pare si stesse intrattenendo proprio con il comandante.

Stando alle dichiarazioni della giornalista Ilaria Mura, sarebbe stata proprio la giovane moldava a recuperare il famoso pc di Schettino.