Meteo lunedì 30 e martedì 31 luglio



Tutta la zona centro – settentrionale del continente europeo si trova alle prese con un vasto campo di bassa pressione che vede i suoi più bassi geopotenziali posizionati sulla Gran Bretagna, dove si sta vivendo un’estate è decisamente “sotto tono”.

La circolazione di aria fredda a nord del continente provoca la risalita di correnti calde sulla nostra penisola direttamente dal nord Africa che specie nella giornata di ieri si son fatte “sentire”. Oggi invece vedrà un calo sia dei geopotenziali di stampo africano sia delle temperature in quota che provocheranno un leggero calo anche al suolo.

Al nord infatti le condizioni saranno sostanzialmente stabili (pressochè ovunque) con un peggioramento più pronunciato nel corso delle ore pomeridiane, in particolare sul nord est. Le correnti di aria fresca in alta quota si andranno a “scontrare” con il caldo/umido che c’è al suolo, provocando la nascita di correnti temporalesche in particolare sulle zone alpine, prealpine e sull’Appennino tosco-emiliano. Il caldo tuttavia non mancherà, almeno fino al tardo pomeriggio, con temperature che ad inizio giornata potrebbero toccare i 33-34 °C su alto Piemonte, Lombardia e in Emilia Romagna a causa dei venti secchi provenienti dai rilievi. Molto più fresco invece in Liguria.

Al centro invece prevarrà in massima parte il bel tempo anche se (come già detto) nel pomeriggio potrebbe esserci qualche temporale sull’Appennino toscano e su quello marchigiano. Le temperature, specie nelle zone interne, saranno piuttosto alte e “insopportabili” a causa della scarsissima ventilazione. Andrà meglio invece sulle coste sia adriatiche che tirreniche dove le temperature saranno decisamente più fresche.

Al sud invece avremo cieli sereni pressochè ovunque e temperature altissime; nelle zone interne della Sicilia, a Foggia, a Matera e nelle zone interne della Campania verranno infatti toccati i 38 gradi; più sostenibile la situazione sui rilievi alpini, dove le temperature tenderanno a diminuire.