Melania Rea Ultime Notizie: il marito principale sospettato?



Sarà necessario un nuovo interrogatorio davanti ai magistrati di Ascoli Piceno per Salvatore Parolisi, il marito di Melania Rea, la selvaggiamente uccisa e poi ritrovata, lo scorso 20 aprile, in una pineta di Ripe di Civitella.
Da giorni era noto che per gli inquirenti la versione di Parolisi era tutt’altro che definita con chiarezza. Lui ha detto di averla vista l’ultima volta alle 14.30 del 18 aprile, quando lei si sarebbe allontanata dall’area giochi in cui si trovava insieme al marito e alla figlia di un anno e mezzo per andare in bagno.
E’ ovviamente questo il punto di partenza dell’indagine, visto che poi il cadavere della donna è stato trovato a oltre 10 km dal punto in cui è scomparsa. E sembra proprio che lì sia stata portata da qualcuno. Il racconto di Parolisi, più in generale, sembra non reggere ai riscontri che si stanno effettuando giorno per giorno.
Parolisi è stato sentito più volte nei primi giorni dopo il delitto dai pm ascolani prima di ripartire per la natia Campania insieme alla figlia; si dice che gli stessi pm siano convinti che  il caporal maggiore dell’esercito non avrebbe detto tutto quello che sa, qualcosa di probabilmente utile per scoprire chi ha ucciso sua moglie, quand’anche non fosse stato lui.  Non tornano alcuni particolari sugli spostamenti fatti il 18 aprile da lui e Melania: soprattutto i tempi.
C’è da mettere in conto anche che alcuni testimoni hanno riferito lunedì ai carabinieri di Ascoli di non essere affatto certi della presenza della donna sul Pianoro di Colle San Marco nel pomeriggio di lunedì 18 aprile. Questo si aggiunge incertezze del titolare del chiosco-bar più vicino all’area giochi in cui si presumeva che Melania stesse giocando con la figlia prima di allontanarsi. Tutte cose che mettono, anche se solo parzialmente, in crisi la ricostruzione del marito di Melania Rea. Sono in procinto di essere ultimati controlli dei tabulati telefonici nonché le analisi di certe tracce trovate dai Ris.
Giusto ieri tra gli investigatori dei vari reparti addetti al caso c’è stato un incontro allo scopo di dare un quadro più chiaro ai dati in loro possesso.