Maltempo Roma 2011, allerta per domani 26 ottobre 2011



In autunno piove, questo lo si apprende in prima elementare e si conosce, come dato scientifico, da circa 40 secoli. Ma evidentemente in Italia tutto questo non basta. E difatti piogge più intense del dovuto portano con loro delle catastrofi. In Liguria, ad esempio, dove tre persone risultano disperse dopo un nubifragio che ha condotto all’esondazione del torrente Vernazzola. Testimoni parlano di un’auto, con due persone a bordo, travolta da un fiume di fango e trascinata verso il mare. E’ successo ieri sera, alle 22, quando già diverse strade provinciali, nella zona delle Cinque Terre, risultavano interrotte. Bloccata anche parte dell’autostrada A12, tra Bugnato e Carrodano, in provincia della Spezia.
La pioggia comunque ha ripreso a cadere in tutta Italia, per un effetto combinato di perturbazioni provenienti da Francia e Nord Africa, che hanno preso a colpire il nostro paese. Da oggi fino al 27 gli effetti potrebbero essere decisamente intensi. Le previsioni vedono tra le zone interessate tutto il Nord, Toscana e Umbria, dalla sera di oggi anche Lazio, Sardegna, Calabria e Sicilia. Domani invece occhi puntati di nuovo su Lazio e Toscana con l’aggiunta della Campania. Inevitabilmente l’apprensione maggiore la suscita Roma, dopo il grande caos del 20 ottobre ed il timore che tutto si ripeta una seconda volta. Il Comune stavolta vorrebbe farsi trovare maggiormente pronto ed è costantemente in contatto con la Regione Lazio e il Dipartimento nazionale della Protezione Civile. Particolarmente difficile sarà la prima mattina di domani, quando le precipitazioni saranno più intense, con una schiarita relativamente rapida a partire dal pomeriggio. Intanto in Piemonte, sulle Alpi Marittime, ci sono state anche le prime vere nevicate della stagione.