Maltempo Liguria Oggi: è stato d’emergenza



Il procuratore Aldo Giubliaro e il pm Rossella Soffio, dopo un sopralluogo in elicottero ad Aulla, hanno aperto un’inchiesta per determinare le responsabilità civili e penali in merito ai danni causati dall’alluvione. Infatti sorvolando la zona, si sono viste abitazioni nei pressi del letto del fiume Magra e in zone dove non dovevano essere edificate case.

Nel frattempo, arrivano i primi racconti di chi per fortuna è riuscito a farcela anche quando ormai la situazione si faceva disperata e la natura sembrava impossessarsi di ogni cosa, inclusa la vita delle persone. Una famiglia, raccontava di sentire l’acqua piovana e i sassi del torrente che sbattevano contro la casa, Rifugiati in solaio, l’unica cosa che sono riusciti a fare è stato staccare il crocifisso dal muro e pregare che smettesse. Dopo poco è cessata l’acqua e la famiglia è salita sul tetto in attesa di soccorsi. A loro stavolta è andata bene, meno ai due volontari di Aulla morti nel tentativo di aiutare altre persone. In questo momento almeno per un po il maltempo sembra avere dato tregua alle zone della Liguria così colpite anche se nei prossimi giorni il pericolo potrebbe tornare a causa di una nuova perturbazione in arrivo. I ricordi di molti noi, andranno sicuramente all’alluvione degli anni novanta in Piemonte o al più recente nubifragio a Roma o ancora al più devastante terremoto avvenuto in Abruzzo. Speriamo solo che l’alluvione si arresti in queste zone e che questa gente riesca a trovare un po di pace e di tranquillità dopo tanta distruzione.