Luciana Littizzetto: quelle battute sull’alluvione



Ha destato più di qualche malumore l’intervento di Luciana Littizzetto durante Che Tempo che Fa di Fabio Fazio. L’attrice comica, che interveniva da Torino, nella prima parte del suo intervento, ha scherzato sull’alluvione. Battute che avevano come principale obiettivo la parte politica del dramma (riportiamo un paio di citazioni, riprese da leggo.it: “La situazione è critica stiamo aspettando l’onda di piena… per misurare l’altezza dell’acqua usiamo Fassino” e “Cota non era verde Lega, sembrava Blade Runner”). Ma è stata soprattutto la conclusione a sembrare di cattivo gusto: “Buco nell’ozono, sradicamento degli alberi, cementificazione: E’ come se uno a Natale avesse fatto il presepe dentro al water e si lamentasse se qualcuno tira l’acqua”. Non ci permettiamo di dare giudizi sull’opportunità o meno di queste battute, forse potevano essere evitate, ma di certo non sono loro a far male.

Luciana Littizzetto partecipa a Che Tempo che Fa dal 2005 ed il suo spazio è uno dei momenti maggiormente seguiti di tutta la trasmissione. Si può dire che Che Tempo che Fa ha aiutato la sua popolarità tanto quanto lei ha aiutato lo share, sempre notevole, del programma. Come molti sanno, lo spazio a lei concesso è di circa 15 minuti, in cui l’attrice, nata a Torino nel 1964, si prodiga in monologhi a carattere satirico e comico su temi di attualità, con toni spesso assai irriverenti (è diventato di uso comune il modo in cui si rivolgeva all’ex presidente della CEI, Camillo Ruini, tacciato di eccessivo interventismo su più o meno tutti i temi che inerivano la vita pubblica). L’8 marzo del 2009 fu, in via eccezionale, protagonista assoluta di tutta una puntata del programma, dedicata alle donne.