Legambiente: lo smog fa male all’ambiente e alla pelle



Lo smog, si sa, fa male all’atmosfera terrestre ed è una delle cause del riscaldamento globale, ma ora una ricerca suggerisce che l’ozono, un componente chiave dello smog, danneggia anche le cellule della pelle umana.

Lo smog e l’inquinamento delle grandi città non nuoce solamente ai polmoni, ma fa male ed invecchia precocemente anche la pelle. A lanciare il grido di allarme è il dermatologo Antonino Di Pietro, presidente dell’Isplad (International-Italian Society of Plastic Regenerative and Oncologic Dermatology).

“Lo smog è costituito da polveri finissime fatte da idrocarburi combusti, quindi da particelle di carbonio che si depositano sulla pelle, ma anche sui capelli. Si tratta di una patina di inquinanti che penetra in profondità il derma e attiva le difese immunitarie, costringendole a uno stato di allerta costante. E alla lunga questo allarme rende la pelle molto più sensibile agli agenti esterni”.

“Per colpa dello smog la pelle cambia il colorito e perde di luminosità, diventando opaca”

Legambiente ha recentemente presentato il suo rapporto sulla qualità dell’aria nelle città e i dati sono, come l’anno scorso, brutti sia per le PM10 che per il rumore.

E’ colpa del traffico secondo il rapporto della Commissione Nazionale Inquinamento atmosferico del ministero dell’Ambiente, infatti, a Milano, Torino, Genova, Bologna, Firenze,Roma, Napoli e Palermo il traffico contribuisce per ben il 70% delle emissioni di PM10.

 La seconda fonte è il riscaldamento che varia da un contributo del 26% al Nord all’8% al Sud.

Secondo lo studio nel 2006 i limiti sono stati superati per ben 206 giorni a Palermo, 183 a Verona, 162 a Torino, 159 a Padova, 156 a Venezia, 152 a Milano e 125 a Roma. La legge obbliga le città, dopo i primi 35 sforamenti, a prendere dei provvedimenti. I blocchi del traffico non hanno avuto risultati apprezzabili sul lungo periodo, servono urgentemente misure che riducano il numero e migliorino la qualità dei veicoli circolanti.

Oltre a detergere bene la pelle utilizzando prodotti non schiumogeni e usare prodotti a base di sostanze varie che vanno dai fosfolipidi, al deltalattone, alla glucosamina è bene talvolta non attendere che sia il comune in cui viviamo a promuovere il blocco del traffico o ad imporre la circolazione con targhe alternate ma scegliere noi stessi talvolta, quando si può di fare una passeggiata a piedi o in bicicletta invece di usare per ogni spostamento la nostra macchina!..