Le più bizzarre paure dei cittadini inglesi nel 2011: arrivano gli Zombies?



Spesso, in fatto di stranezze, gli Uk ci battono. Il Freedom Of Information Act ha offerto uno scenario esilarante sulle richieste più strampalate che i cittadini inglesi rivolgono alle autorità! Cosa possono temere negli Uk? Cataclismi? Terremoti? Uragani? Il che sarebbe comprensibile visto il repentino cambio climatico degli ultimi anni. No: gli zombies e non solo… The Walking Dead è diventata una mania? Vabbé che i produttori sono abilissimi nel ricreare scenari verosimili, ma chiedere alle autorità come fronteggiare un’invasione di zombies non vi pare un po avventato? E questa non è la più grossa bizzarria del 2011… State a sentire!

Se a Babbo Natale si rompesse la slitta come arriverebbero i doni a destinazione? (se il quesito l’avesse posto un bambino alla madre, andrebbe più che bene, ma, purtroppo, è stato un tizio del Cheltenham a porre alle autorità “la bruciante” questione ed era adulto…). Al Consiglio del West Devon è stato chiesto: “Come ci armeremmo in caso di un’invasione napoleonica?”. Vabbè che studiare storia non piace quasi a nessuno e che gli inglesi hanno il pallino per la guerra, ma Napoleone è morto nel 1821 e, a meno che non c’invadano le sue truppe fantasma, non vedo come si possa domandare ad un’istituzione una baggianata simile! I Consigli di Bristol e Leicester sono stati interrogati sulle misure preventive in caso di un’orda di zombies! Scommetto che i consiglieri sono stati spiazzati dalla domanda… Chissà, magari erano in pausa, a guardarsi una replica di The Walking Dead! Più plausibile il piano di contrattacco in caso d’invasione aliena. Fino a prova contraria, la vita nell’universo è plausibilmente esistente! Il bello è che in base al FOIA, l’organizzazione ha 20 giorni lavorativi per rispondere alle questioni proposte dai cittadini, qualunque esse siano… Chissà cos’avranno risposto nel caso di un atterraggio d’emergenza di Santa Claus?

La cosa allarmante è che le richieste fatte alle autorità, quest’anno, hanno superato le 190.000 unità ed, indovinate un po, rispondere non è mica gratis! Esse hanno speso qualcosa come 31, 6 milioni di dollari per rispondere anche a queste ciofeche! Altri esempi? Le puntine da disegno che ci sono nel Municipio della città oppure quanti assegni ha strappato il comune nell’ultimo anno! Non mancano le questioni religiose. Un consiglio provinciale è stato interrogato sul costo degli esorcisti per i contribuenti. Insomma, solo voglia di prendere in giro le autorità o pura follia?