Lamberto Sposini Ansa: silenzio sul risveglio dal coma



I miglioramenti ci sono, le condizioni sono stabili ma il coma farmacologico resta.
Non ci sono grosse novità circa lo stato di salute di Lamberto Sposini, e non ci sono a dirla tutta, nemmeno notizie dirette dal Policlinico Gemelli di Roma.

Quello che si sa di per certo è che il giornalista non è stato ancora risvegliato dal coma, come si era paventato per tutta la settimana.
Secondo le fonti web, Lamberto Sposini sarebbe stato dovuto risvegliare nella giornata del 9 maggio ma non ci sono state comunicazioni in merito. Il conduttore de La Vita in Diretta è stato infatti mantenuto in stato di sedazione nel reparto di terapia intensiva.
Il  mancato risveglio di Lamberto però non equivale a sostenere che le sue condizioni siano peggiorate, anzi. A quanto si apprende, il suo stato di salute è in continuo miglioramento, seppur lento anche se, ovviamente, i danni riportati dall’emorragia cerebrale non possono essere ancora valutati.
Proprio per questo il risveglio dal coma farmacologico era atteso da tutti con grande ansia, le conseguenze del malore infatti, potranno essere identificate solo in seguito ad uno stato vigile del paziente.
Ad ogni modo, ad oggi non ci è dato sapere nulla di preciso circa la data del risveglio, nè le motivazioni che hanno prodotto un simile rallentamento. Certi che il Policlinico Gemelli si premurerà di fornirci di tutte le informazioni utili del caso, non ci resta che continuare a sperare per Lamberto.