La notizia della morte di Don Verzé resta in Italia



Questa mattina a Milano alle ore 7:30 presso l’Unità Coronarica dell’Ospedale San Raffaele è morto per infarto Don Luigi Maria Verzé. Aveva 91 anni ed era il fondatore dell’ospedale San Raffaele. A dare notizia del decesso sono state fonti interne alla struttura ospedaliera. Don Verzé la scorsa notte era stato ricoverato per gravi malori cardiovascolari.
La sua scomparsa coincide con il giorno in cui l’ospedale viene messo alle aste, in seguito alla bancarotta per debiti da 1.5 miliardi di euro. Il portavoce di Don Verzé, Paolo Klun, ha spiegato alla stampa che la situazione cardiaca era compromessa da circa un anno, e che diversi interventi erano previsti a fronte di continui acuirsi di dolori. L’ultima volta, prima dell’intervento, Don Verzé era stato visto a casa “stanco ma in forma, circondato e accudito”.
Adesso la salma di Don Verzé sarà custodita nella sua abitazione a Illasi, suo paese Natale in provincia di Verona, mentre i funerali si svolgeranno nella giornata di lunedì. Tanti cordogli sono arrivati dal mondo della politica, della Chiesa e anche della comunità scientifica.
L’ospedale San Raffaele, che dispone di una struttura di 300.000 metri quadri sita nei pressi di Cascina Gobba a Milano, era stato costruito nel 1950 da don Verzé, sotto richiesta dell’allora arcivescovo di Milano Alfredo Ildefonso Schuster. Nel 1999 è diventato istituto di ricovero e cura a carattere scientifico, dispone di tre sedi distaccate, 12 dipartimenti di ricovero e decine unità operative di reparto. Tutti i problemi finanziari sono emersi nel corso del 2011 a fronte dell’enorme indebitamento del gruppo societario che è dietro il San Raffaele. Al momento in cui stiamo scrivendo questo articolo, la notizia della morte di Don Luigi Verzè non è ancora giunta all’estero.
Le redazioni delle principali agenzie di stampa francesi, americane, inglesi, spagnole, tedesche e portoghesi non hanno dato notizia della morte di Don Verzè, notizia che molto probabilmente arriverà nel corso della giornata di domani o di lunedì. Speriamo comunque che la notizia sia presa con il dovuto rispetto, visto che Don Verzè non godeva di buona fama all’estero: le ultime notizie in Spagna ad esempio parlava di lui come “el cura mafioso” (El Norte De Castilla, 10 dicembre); in America pochi giorni fa parlarono della “verge of bankruptcy” (CathNews.co), stesse notizie sullo scandalo della bancarotta del San Raffaele sono state riprese in Francia e Inghilterra. Una notizia sul sito polacco Wirtualna Polska di Don Verzé morto è stata invece pubblicata intorno alle ore 12:00 italiane.