La carta da parati è tornata!


Accantonata in un angolo per due decenni da designer e architetti, la carta da parati è tornata ultimamente di moda, trasformandosi in un vero e proprio must-have per tutti gli appassionati di tendenze d’arredamento. Rispetto al passato, la carta da parati in vendita è molto diversa. Si tratta infatti quasi sempre di un prodotto pratico, economico, resistente, sicuro (perché ignifugo), destinato a durare a lungo negli anni. Questi progressi sono stati compiuti grazie all’impiego di materiali innovativi, che rendono oggi i parati convenienti quasi quanto la pittura. E se è vero che la vernice per pareti resta il prodotto a più basso costo e più facile da stendere, non va dimenticato che molti parati sono oggi talmente pratici ed economici da poter quasi eguagliare i barattoli di pittura per pareti, e offrendo in cambio un design molto più ricco!

Consigli per la scelta della carta da parati

La prima domanda a cui rispondere per scegliere la carta da parati è: dove la applicheremo? In stanze come la camera da letto, la stanza dei bambini o il salotto si può scegliere una carta qualsiasi purché bella e ad alto impatto grafico. Ma in zone umide come cucina e bagno, meglio una classica vernice traspirante oppure, se la stanza non è troppo umida, una carta da parati di quelle lavabili.

Dove si può applicare tranquillamente la carta da parati, lo abbiamo detto, è nella zona notte e nella zona living. Per scegliere i parati si può cercare un colore o uno stile che sia in linea con l’arredamento. Se l’arredo è classico, basterà rivolgersi ai cataloghi di carta da parati classica, con fantasie damascate o a fiori.
Anche in ambienti più moderni e di design è possibile trovare parati adatti, con moltissime fantasie astratte e in colori di tendenza.
Non dimentichiamo poi i parati per la stanza dei piccoli: le carte da parati per bambini permettono di colorare e rendere più allegre le camerette grazie ai personaggi dei cartoni animati o delle favole che i piccini amano.

Le tendenze dei parati 2013-2014

La tendenza 2013-14 della carta da parati impone come già da qualche anno di giocare con colori e fantasie, alternando magari una parete dipinta e una con dei parati applicati.
Visto il grande successo dello stile shabby chic, è probabile che i parati più venduti saranno quelli chiari, a fiori oppure a effetto pietra per creare un’atmosfera da cottage inglese.

Una delle regole principali, comunque, sarà quella di osare con accostamenti particolari di forme e colori, creando sulle pareti dei veri e propri murales o degli effetti ottici tridimensionali. L’importante sarà dare movimento alle stanze con accostamenti cromatici e fantasie, sia in ambienti classici che moderni.

Consigli per la posa della carta da parati

Un modo per risparmiare sulla posa della carta da parati è di applicarla da soli senza l’intervento del tappezziere. Se si ha un po’ di manualità e di esperienza, non è poi così difficile. Prima di comprare e applicare la carta da parati, però, è necessario sapere che:

  • il muro su cui si incollerà la carta deve essere regolare e liscio, ma i buchi più piccoli (come quelli lasciati dai chiodini) non si vedranno una volta applicata la carta;
  • la carta deve essere comprata considerando sempre qualche centimetro in più, perché verrà tagliata a filo con il rasoio solo dopo averla incollata;
  • se la parete è stata verniciata di recente, devono essere passate almeno due settimane per garantire la presa della colla;
  • meglio comprare sempre uno o due rotoli in più di parati, per rimediare in caso di errori o effettuare in futuro delle riparazioni di emergenza.

Morris_Acanthus_Wallpaper_1875