Klorane Shampo a Secco: la svolta di una giornata iniziata malissimo!



Quante volte vi sarete trovate nella scomoda situazione di avere un appuntamento improvviso e non avere nemmeno il tempo di farvi una doccia veloce come Dio comanda? Considerando la frenesia a cui ciascuna donna è sottoposta e ai tremila impegni, sicuramente tante…

La mattina ti svegli, infili i tacchi che tanto odi, tailleur o divisa da lavoro e si va. Accompagni figli o nipoti a scuola, arrivi in ufficio già stressata; non fai in tempo a sederti alla scrivania che il telefono inizia a squillare, il caffè diventa freddo e il tuo capo decide che proprio quella sera dovrai presenziare ad un incontro importante per il contratto aziendale della vita. Non puoi naturalmente sottrarti, pensi allora: “Vabè, torno a casa verso le 18, doccia trucco e parrucco e si riesce”, ma improvvisamente il pensiero viene deglutito da un terribile flashback: Immersa con i piedi in una pozza d’acqua di stagno, una clavicola, cioè volevo dire una brugola in mano e l’orrore che ti si para davanti: la tua tazza del bagno manco fosse un vulcano, erutta liquidi che di normale hanno davvero poco. E’ chiaro che serve un idraulico anche perchè stuccare una ceramica con una brugola non è proprio un’azione corretta da farsi. “Domani tardo pomeriggio? Si si va bene, anche perchè prima risolviamo questo problema, meglio è!” . Il flashback ti ricorda dunque che alle 18 passa Mario, l’idraulico. E lo stesso flashback ti ricorda che hai dovuto preventivamente chiudere l’acqua in tutta casa e questo significa arrivare all’appuntamento serale con i capelli per aria e una consistente apparenza di trasandatezza che non giocherà a tuo favore (nè alla tua azienda…). Che fare?

Provi a giocare d’anticipo e tenti il colpo herpes improvviso su tutto il viso a cui il tuo capo naturalmente non crederà – no meglio cambiare strategia. Pensi allora di far leva sulla pena genitoriale del boss e ti giochi la carta del nipotino a cui vengono le convulsioni se non lo porterai al cinema, peccato che goffamente tiri fuori il titolo de L’Esorcista e tuo nipote ha 3 anni. A quel punto, con le spalle al muro, chiedi a Guglielmo se può prendere il tuo cartellino e timbrare per te mentre tu sarai in fuga verso il parrucchiere post-pranzo (NON SI FA!) ma Guglielmo non perde tempo per ricordarti di quella volta che ad un suo invito hai risposto con un sarcastico dito medio (ma si scherzava, per pietà!). Stessa sorte con Margherita, che ti ricorda di aver risposto con un dito medio a Guglielmo, suo fratello che da allora non si è più ripreso (tanta suscettibilità però un pò ti inorgoglisce). Improvvisamente le soluzioni si esauriscono, non ti resta quindi che andare incontro al tuo destino e immaginare già una serata disastrosa, sotto ogni punto di vista.

Passata anche la voglia di lavorare, pensi bene di staccare il telefono, di ingurgitare avidamente quel caffè nero ormai condensato e di rifugiarti nella tua amica di sempre, fedele compagna di segreti e qualche colpo basso. Ah Vanity Fair, tu si che non tradisci. In fondo ti restano 6 ore prima della libertà vigilata e degli arresti domiciliari a cui presenzierà Mario, il resto sarà solo sopravvivenza. Sfogliando distrattamente le pagine di quel prezioso tesoro però, arriva la news che non ti aspetti, quella che ti illumina di colpo il viso che se diventa un altro pò rosso rischia di scoppiarti come una ciliegia. La news che potrebbe svoltarti la serata e che non pensavi potesse capitarti mai in siffatta sfiga quotidiana: una foto verde, appariscente e quella K messa cosi di traverso ti rubano lo sguardo.

Cerchi di congiungere le lettere magiche ed esce pressappoco questo: Klorane. Di cosa si tratta direte voi? Semplicemente di una pubblicità! Già, io che normalmente salto a piè pari il marketing spinto in ogni dove, stavolta vengo travolta, tramortita da una piccola foto verde. E proprio questa botta in testa è stata la mia salvezza: Klorane è infatti un brand operativo nella cura del corpo e dei capelli e tra i tanti prodotti disponibili, tutti rigorosamente naturali e basati sul latte d’Avena (estrazione naturale, liquida del seme totale), c’è uno shampoo delicato e tecnologicamente avanzato che fa davvero al caso mio.

Parliamo infatti di uno Shampoo a Secco un prodotto che è in grado di rendere puliti e lucenti i tuoi capelli senza l’utilizzo dell’acqua. E cosa poteva capitare di più fortunato per la mia serata di lavoro? Era proprio questo il prodotto che mi serviva, non potendo utilizzare l’acqua e andando stra-iper di corsa, lo shampoo a secco Klorane, ipoallergenico e testato, è decisamente la mia salvezza. Attendo con ansia le 17 per uscire dall’ufficio, intanto chiamo Linda, la mia tuttofare personale e la spedisco ad acquistare quello che già mi sembra un prodotto fantastico. A cosa fatte corro a casa e mentre aspetto il buon Mario decido di provare la “bomboletta magica”. Le istruzioni dicono: agitare bene prima dell’uso; vaporizzare uniformemente una piccola quantità di prodotto, a 30 cm di distanza dai capelli; lasciare agire 2 minuti, poi spazzolare accuratamente, per eliminare le tracce residue di polvere. Et voilà, le jeu est fait! Com’è andata? Non vi tedio con la storia del mio bagno anche se sono certa che vi interessa eccome (vero?), per quanto riguarda la cena di lavoro invece direi…. OTTIMAMENTE, anzi, la moglie di Lorenzo (il boss), non ha fatto altro che ammirare il volume dei miei capelli “appena fatti”. Quindi donne, andate pure tranquille, questo Shampo a Secco Klorane è davvero una bomba!

Ah, ho avuto l’aumento!

 

 

Articolo sponsorizzato