Jeans strappati: come fare

jeans

Avete un paio di vecchi jeans che non mettete più e che giacciono senza vita in fondo all’armadio o in soffitta? Avete voglia di un nuovo stile?

Niente di più semplice, mai vecchio e nuovo possono convivere così perfettamente come per i jeans strappati fai da te.

I classici jeans falsamente usurati, con tagli e strappi, che danno quell’aspetto così “vissuto” fin dall’acquisto, realizzati in fabbrica da ogni maison e marchio, dall’alta moda al pronto moda.

Una volta confezionati, i jeans vengono lavati ripetutamente in grandi “lavatrici” industriali, con sostanze schiarenti e aggiunta di pezzi di pietra pomice, che rotolando a lungo sulla stoffa la usurano conferendogli appunto quell’aspetto usato e vissuto.

L’effetto è naturale, dato che la pomice consuma il jeans a caso, non concentrandosi su un unico punto, dando quel risultato sarà a carta geografica di tonalità diverse di blu, dal più scuro al più chiaro.

Se il modello è pensato anche con maggiori elementi di usura localizzati o veri e propri strappi, viene utilizzato un bulino, una punta rotante a grande velocità che viene passata manualmente su alcuni punti del jeans, assottigliando il tessuto, se si vuole ottenere un effetto soft, o più a fondo, praticando delle fessure sfilacciate, se si vogliono ottenere dei veri e propri strappi.

Come fare jeans strappati in casa

È possibile creare jeans con strappi fai da te con gli stessi effetti seguendo semplici regole.

Mano ferma e sangue freddo: fare dei tagli larghi all’altezza delle ginocchia o nei vari punti che preferite.

Per le più audaci, anche sotto una delle tasche posteriori. Armatevi poi di pazienza e sfilacciate i buchi, dovete tirare via i fili orizzontali, almeno un paio di centimetri, sia sopra che sotto.

Potete amplificare l’effetto utilizzando delle lamette da barba per raschiare il tessuto del jeans fino al livello voluto.

Ripetete l’operazione per tutti gli strappi.

Tagliate poi via una delle tasche dietro, se volete essere ancora più glamour, ma attenzione quando la scucite! Parola d’ordine: cautela.

Potete impreziosire la vostra opera d’arte con spille, perline e strass. Anche toppe ed adesivi sono tornati di moda seguendo la scia del vintage. E voilà! Il gioco è fatto, un nuovo capo pronto da indossare. Non resta che mettersi alla prova.