Infanzia Negata: strappata ai genitori perchè vecchi



Il tribunale dei minori ha dato la sua sentenza: sono troppo vecchi per occuparsi della loro figlia biologica. Lei ha 57 anni e lui ne ha 70. Nel 1990 si sono sposati e hanno provato per anni e anni ad avere un figlio loro e ad adottarne uno. Ma nel 2003 si sono rassegnati all’adozione negata. Hanno provato ancora con la fecondazione assistita perché il desiderio di essere genitori è qualcosa che ti riempie la vita, non si sono mai arresi, varie inseminazioni artificiali in Italia e all’estero fino a che, l’ultima finalmente ha attecchito un anno e mezzo fa. Ma una mamma ed un papà di quell’età, per lo stato non possono considerarsi genitori, ma nonni e così la bambina gli è stata tolta. Semplicemente arriverà il giorno in cui loro figlia, probabilmente adolescente si dovrà occupare di mamma e papà che con l’avanzare dell’età potrebbero avere patologie gravi. Oppure, vista l’età del padre appunto, potrebbe accedere che resti orfana in giovane età. I genitori della piccola sono sconvolti e non si rassegnano e sperano che la piccina che ora vedono solo ogni 15 giorni torni con loro. Il motivo per cui si è arrivati a rendere pubblica questa vicenda, pare sia stato, da quanto emerge dagli atti, un episodio avvenuto qualche tempo prima. Gabriella si era recata in casa per farmi un’iniezione, mentre Luigi scaricava la spesa e la bimba è rimasta in macchina per circa 40 minuti vigilata e quando ha iniziato a piangere il padre ha chiamato sua moglie anzi che prenderla in braccio. Anche se dagli atti depositati, emerge che la bimba è rimasta incustodita. Per Luigi e Gabriella Deambrosis la cosa più importante è riabbracciare quella bimba che hanno desiderato per 21 anni e che li ha resi estremamente felici e proprio come non si sono arresi prima di riuscire a concepirla, ora non si arrenderanno per riaverla.