Il XIII Apostolo Quarta Puntata: incontri ravvicinati del terzo tipo e segreti



Un bacio suggella quell’intesa spontanea e peculiare tra fede e razionalità, un’affinità mai vista né in tv né nella realtà. Eppure Gabriel e Claudia si compensano ed, anche se parlano solo con gli sguardi, si amano! A cosa condurrà questa continua commistione tra spiritualità e mente? Chi cederà? Chi manterrà intatte le proprie certezze? Forse la fiction intende dirci che la realtà non è un covo di certezze, ma un labirinto di dubbi.

Il Tredicesimo Apostolo è innovativo e moderno anche nei temi a sfondo religioso. Sebbene la chiesa non smentisca l’esistenza di esseri extraterrestri, è la prima volta che religione ed abduction hanno un “rapporto ravvicinato” in tv. Sarah Galassi è vergine. Per lei, la castità è un dono da preservare. Tuttavia, un segno apparentemente incomprensibile sul suo ventre suggella la sua gravidanza. Com’è possibile? Sta a questo strano duo “d’investigatori” cercare di trovare risposte. La croce che Sarah presenta sul corpo e che sembra un marchio a fuoco è una croce celtica che rappresenta il collegamento tra cielo e terra. Il cerchio che la contiene è il simbolo della fertilità. Gabriel è un prete davvero unico nel suo genere. La fede proviene dalle domande, da quelle domande che nessuno deve mai temere di porsi perché, solo così, l’uomo sarà fedele a sé stesso ed a Dio! Gli UFO, perciò, esistono? Rapiscono Sarah nella notte e la ripongono in un campo? Oppure la ragazza soffre di sonnambulismo e non ha mai superato la morte del suo amato?

Per Claudia, è così tanto il desiderio di rivedere Mattia, il fidanzato morto in un tragico incidente, che Sarah entra in uno stato di trance e compie azioni che non ricorda. La psicologa teme che qualcuno possa aver abusato di lei. Gabriel, come sempre, cerca altre risposte e le trova. Mattia, poco prima di sparire nel nulla, assieme al suo velivolo, nel 2008, aveva visto una luce abbagliante. La stessa luce che, adesso, viene a prendere Sarah! In realtà, qualcosa di sovrannaturale o di extraterrestre permette a Sarah e Mattia di vivere ancora quell’amore, in una sorta di cerchio nel grano, fatto di luce… E se un amore è eterno che bisogno c’è di cercare risposte?

Gabriel sogna di urlare senza emettere alcun suono. Quest’evento richiama alla sua mente San Romano, un Santo al quale avevano tagliato la lingua. Egli ricorda così la baita del padre, ubicata proprio a San Romano e, recatosi in loco, scopre la verità: il padre s’intendeva di esoterismo; sfidava le forze del bene… E del male. Dietro il suo aspetto irreprensibile, aveva forse effettuato qualche rito per conferire al figlio un particolare dono? Gabriel ritrova un video nei cui fotogrammi si cela la prova dell’esperimento che il padre ha condotto su di lui, la cui conseguenza è quel dono salvifico-mortifero che Gabriel possiede dentro sé. Ma qualcun’altro non vuole che venga fuori la verità: il demonio Serventi, deciso a trovare l’antivangelo, un viatico per aprire le porte all’oscurità! Con i suoi poteri, Serventi provoca un’onda d’urto acustica che stordisce Claudia e Gabriel i quali escono esanimi dalla baita che, nel frattempo, va a fuoco. Serventi si palesa a Gabriel e ruba il Candelaio, l’opera dal quale questa setta, probabilmente satanica, ha tratto i propri nomignoli.

I demoni etruschi possono possedere un corpo, tramite un oggetto stregato? Questa è la storia di Rosa, una donna che, a seguito di un incidente molto grave, ha perso per sempre l’uso delle gambe. E’ rimasta sotterrata durante i suoi scavi archeologici e, da allora, l’incubo di restare seppellita la perseguita, finché una guaritrice non le dona un braccialetto satanico. Da quel momento, la donna sta bene e cammina, dopo un sogno nel quale risorge dalla terra come uno zombie. Ma che prezzo ha la guarigione? Il demonio chiede sempre qualcosa in cambio e, stavolta, è un sacrificio, quello del marito che aveva tradito la donna anni prima. Per fortuna, Gabriel riesce a trarre in salvo l’anima di Rosa dal limbo, contendendosela col demone spaventoso che l’aveva plagiata. Poteva essere solo un insieme di acido urico e litio a far camminare una donna con una lesione spinale permanente? Stavolta il caso è complesso e la salute ottenuta al prezzo della possessione dovrà cedere il passo alla pace interiore congiunta alla malattia rinnovata.

Serventi si palesa, finalmente, a Gabriel e lo tenta. Cerca di portarlo dalla sua parte. Cerca d’infettarlo col suo malvagio potere, trasformando così il suo dono salvifico in un dono mortifero! Ma Gabriel non cede e, sebbene dubiti di restare nella chiesa dopo il bacio con Claudia, decide che la nomina al Direttorio è l’unico modo per combattere dei soggetti oscuri ancora da svelare. Purtroppo, però, la chiesa ha già una mela marcia al suo interno: Isaia, che corrompendo Pietro, ha ottenuto le foto di quel bacio peccaminoso. Sarà così facile vincere, per il prete ipocrita? Forse Isaia ha avrà vinto una battaglia, ma non è sempre il bene a vincere la guerra?