Il restauratore Fiction, cosa ne pensate?



E’ andata in onda la sera dell’8 gennaio 2012 la prima puntata della Fiction Rai Il Resturatore, con protagonista Lando Buzzanca che interpreta un ex commissario di polizia che ha nel suo passato anche un lungo periodo di detenzione, per aver ucciso gli assassini della moglie. Esce di prigione e si impiega come restauratore nella bottega di Maddalena Fabbri (Martina Colombari); proprio in quel posto scopre un suo particolarissimo dono; toccando gli oggetti può evitare i crimini ad essi legati.

La reazione della critica alle prime due puntate della fiction però non è stata precisamente favorevole; per molti è evidente il legame con The Dead Zone, con tutte le differenze che il budget per una produzione del genere in America ed in Italia comporta. E’ stata rilevata una trama non del tutto convincente e un pò lenta, con interpreti per nulla calati nei ruoli, momenti eccessivamente enfatizzati ed altri trattati troppo frettolosamente. Il tutto nostante un team che comprendeva un buon numero di sceneggiatori ed una regia composta da due registi.

Il doppiaggio è stato fatto decentemente, ma sembra che proprio la base della fiction risenta di una scarsa cura costruttiva, sicuramente non in linea per un pubblico ormai abituato a produzioni di livello. C’è chi ha persino scomodato un paragone con Don Matteo nei momenti in cui ci si avvicina a tinte comiche e nell’immancabile voglia di cercare il più sereno dei lieto fine. E’ un peccato, in fondo si tratta sempre di una fiction trasmessa dalla principale rete italiana e per quanto l’idea di base possa essere interessante lo sviluppo è quello più tipico di una fiction italiana dei nostri giorni. Quindi “un pò” prevedibile, per non dire insufficiente.