Gregor Mendel Genetica: son tutte belle le mamme del mondo!



In occasione del 189° anniversario della nascita di Gregor Mendel, anche oggi il Doodle Google non ha mancato di rendere omaggio ad un grande personaggio della storia, l’uomo che grazie agli esperimenti effettuati su oltre 20 mila piante di piselli pose le basi per lo studio della genetica moderna e dei principi dell’ereditarietà.
Nel lontano Ottocento il matematico, biologo e frate agostiniano di origini ceche, senza avere la minima idea dell’esistenza di cromosomi e soci, riuscì a portare alla scienza una scoperta pionieristica che lo contraddistingue ancora oggi come il padre della genetica.
Insomma, detto in parole semplici, Gregor Mendel diede il via allo studio del come e perché i geni dei genitori vengano trasmessi ai rispettivi figli e in che modo questi geni possano variare o anche mutare.
In pratica è tutta una questione di Dna, quello stesso Dna che ogni tanto ci fa venire in mente il pensiero: “Oddio, sto diventando come mia madre!”. Ebbene sì, è tutto una questione genetica.
Ma oltre a questo aspetto più ‘faceto’, la fissazione per i piselli di Mendel è servita soprattutto in quei campi della medicina in cui sono coinvolti sia l’uomo che la donna, grazie ad accertamenti che permettono di conoscere la percentuale di rischio di trasmette anomalie al figlio da parte di una coppia di genitori.
Dunque un passo storico fondamentale per la scienza ed anche per uno dei momenti più belli della vita di una donna, la nascita di un figlio. Se poi quando crescerà vi sembrerà rinnegare quel famoso pensiero con un “Non sarò mai come mia madre”, lasciate correre, è una questione genetica…ricordate?