Grande Fratello 12 Concorrenti: è dunque questa l’ultima edizione?



Brutte notizie per il Grande Fratello 12 (sebbene nulla di sorprendente): gli ascolti non decollano e, a dirla tutta, sono i più bassi di sempre. Che il “papà” di tutti i reality abbia davvero stancato? Che siano rimasti in pochi i fedeli fan della trasmissione, parenti e amici dei coinquilini a parte? Eppure la prima puntata, andata in onda lunedì 24 ottobre 2011, aveva fatto ben sperare per questa dodicesima edizione… peccato che al secondo appuntamento del 31 ottobre ci sia stato un calo dello share mai visto prima. Un vero e proprio flop.

Qualcuno ovviamente dà la colpa ai concorrenti scelti, che a detta di molti non hanno mordente. Ma è pur vero che nelle ultime edizioni spesso all’inizio la nostra attenzione non veniva attirata un granchè, eppure poi, man mano che le settimane scorrevano, qualche personalità di spicco emergeva e ci ritrovavamo a seguire il GF comunque, anche solo “tanto per”. Succederà così anche quest’anno? Oppure questo inizio “funesto” è il preludio che annuncia la chiusura definitiva? E’ ovviamente ancora presto per dirlo, ma credo che ormai nessuno di noi possa più accontentarsi di bei corpicini messi in esposizione 24 su 24, accompagnati da strafalcioni, liti, amoreggiamenti e tutte quelle cose ovvie che accadono all’interno della Casa. O per lo meno non credo che potremo sopportarlo per i sette o nove mesi che hanno preventivato a sto giro! Di sto passo dopo soli due o tre saremo già alla frutta! Poi, certo, qualcuno potrebbe pure dire: ma quando sei chiuso lì dentro, che caspita puoi fare di più di ciò che fanno questi “poveretti”? Eppure qualcosa si potrebbe… Un po’ di inventiva non guasterebbe… E invece, quando accendiamo la tv e ci sintonizziamo su questi ragazzi, li vediamo già stanchi, già precocemente annoiati, pronti o solo a dormire o solo a chiacchierare divisi a gruppetti o solo a litigare (prima di tutto per la spesa). Non che debba per forza esserci altro, ma non sorprendiamoci se a lungo andare la stessa minestra, riscaldata più volte, sia diventata “acida”… ossia, in poche parole, da “buttare”.

Probabilmente dalla terza puntata in poi si punterà molto su due fattori vincenti (anche se a parlarne così è brutto): le presunte storie d’amore che iniziano a formarsi e le drammatiche vicende personali. Due grandi “classici” della storia del Grande Fratello. Il nostro lato “romantico” (e parecchio pettegolo) si nutre volentieri dei vari “inciuci” che si svolgono all’interno della Casa,con tanto di scambio di coppie e via di seguito, durante tutto il periodo di clausura. Mentre il dramma… beh, quello fa parte di noi da sempre! Noi “latini”, noi popolo mediterraneo che se non buttiamo tutto o in “caciara” o in lacrime non siamo contenti! E’ la nostra bellezza, eh, per carità, meglio essere così viscerali che anonimi, impalati, tristi, asettici e privi di qualsiasi emozione all’apparenza, però poi non lamentiamoci se la tv si trasforma sempre di più in un cumulo di teatrini “trash”, perchè chi li guarda siamo proprio noi….