Fabrizio Vendramin Italia’s Got Talent: non sbaglierò come Carmen Masola



Doveva arrivare prima o poi un’intervista fatta a Fabrizio Vendramin, il geniale vincitore di Italia’s Got Talent 2011, che si è fatto riconoscere e amare dal pubblico e dai tre giudici (Maria De Filippi, Rudy Zerbi e Gerry Scotti) fin dalla prima puntata dello show grazie al suo innegabile talento. Fabrizio è un pittore e come abbiamo potuto vedere dipinge in modo davvero speciale, ossia alla “rovescia” e a ritmo di musica. La sua tecnica ci ha stupito e affascinato e ora, attraverso le pagine del settimanale Top, si dice pronto a godersi il momento e soprattutto a realizzare il suo sogno, grazie al montepremi vinto arrivando sul primo gradino del podio.

Vendramin, innanzitutto, dice e dimostra di voler rimanere con i piedi ben piantati a terra. La vincita del talent show è ovvio che in parte (e al momento) gli cambierà la vita, ma non significa pretendere o aspettarsi chissà che cosa. Anche perchè è molto chiaro nel dire di non avere nessuna intenzione di ripetere gli stessi errori di Carmen Masola, la cantante lirica vincitrice della scorsa edizione di Italia’s Got Talent, che purtroppo non è riuscita a farsi spazio nel mondo della musica. Questo non perchè non fosse realmente brava o cose simili, solo che probabilmente si aspettava cose diverse da quelle ottenute.

Fabrizio ha sicuramente un carattere diverso dalla docile e insicura Carmen (per come me la ricordo). La partecipazione al talent show è stata una prova consigliata da sua moglie, senza per questo investirci tutte le speranze e le aspettative di una vita. Sapeva di poter partecipare come concorrente trattandosi di una delle poche trasmissioni del genere in cerca di talenti non obbligatoriamente legati al ballo o al canto, ma anzi, più gente arrivava con capacità particolari e meglio era. Così ha provato ad andare, è stato scelto, si è esibito, è piaciuto, ha vinto e ora ha davanti a lui un percorso ben preciso da voler intraprendere anche grazie ai centomila euro ottenuti. Infatti il suo intento (come aveva già annunciato durante il programma) è quello di costruire una scuola e insegnare ai giovani la sua arte. E poi (tenero!) penserà anche alle sue due donne, moglie e figlia, volendo fare a entrambe un meritato regalo. Anche perchè è grazie a sua moglie se tutto ciò è stato possibile!

Sorridendo per le sue risposte sincere, dirette e semplici, come semplice, sincero e diretto è lui, gli viene posta ancora una domanda: se ne avesse l’occasione, resterebbe nel mondo dello spettacolo? La risposta è forse quella che ci aspettavamo. Fabrizio è consapevole che la sua arte non sia una di quelle meraviglie capaci di “intrattenere” attraverso la televisione. Potrebbe pensarci se gli offrissero di partecipare a un programma dipingendo gli ospiti in studio, magari, ma al di là di questo se non capiterà nulla non se ne farà certo una malattia. Del tutto diverso da Carmen Masola, come promesso, Vendramin non ha intenzione di sperperare il montepremi per poi, una volta finiti i soldi, accusare la produzione del programma (e anche Maria De Filippi) di averlo abbandonato! Racconta di aver seguito la vicenda, l’anno scorso e gli dispiace. Quello che è accaduto a Carmen succede spesso a chi non è abituato ad avere a che fare con grosse cifre di denaro, rischiando così di spendere tutto e subito e senza nemmeno accorgersene. E lui non solo non vuole cascare nello stesso vortice, ma userà proprio l’esempio di Masola per gestire al meglio il successo e i soldi ottenuti, sottolineando di voler continuare a vivere del proprio lavoro.

Io me lo auguro per lui, sperando che rimanga così umile come adesso e che riesca a mettere in piedi la scuola che dice. Questa sì che sarebbe una cosa grandiosa, conosco un sacco di amici che si iscriverebbero volentieri!