Danza indiana, peperoncino, oud, Nepal, Deserto del Sahara, Porto di Sydney: Google Natale!



Ancora non date un’occhiata al logo di Google?
Si tratta di un bellissimo omaggio alla tradizione del Natale, che viene rispecchiata nei posti più incantevoli del mondo e in piatti tipici che nella giornata di domani 25 dicembre vedremo imbandire le tavole di milioni di famiglia italiane, sperando anche di quelle meno fortunate.
Alla grande G non è sfuggito davvero nulla: Deserto del Sahara, Porto di Sydney, Nepal, i posti più belli da vedere (e da sognare) vengono diffusi a portata di clic, per un Natale sempre più globale che non dimentica mai qual è il vero potere di Internet, quello della condivisione senza limiti. E chissà come passeranno il Natale in Cina o in australia, “come tutti quanti noi”, direte in molti, ma vi sbagliate.
Il brodo e il panettone che ci aspettano domani non è detto che vengano serviti anche nel resto del mondo, pensate un po’, noi ci perdiamo anche il vero tronchetto natalizio prodotto in Francia, o altri piatti a base di peperoncino e di carne, magari con un po’ di musica che accompagna le danze indiane o i mandolini Oud, utilizzati in Medio Oriente. Le mamme lo sanno bene: Natale è cucina, musica, colore, amore, conoscenza, tradizione, Natale è magia, buon Natale donne!