Costa Concordia Vittime, la truffa gira in televisione



E’ una cosa incredibile. Da non crederci, ma soprattutto, ancor più importante, da capire come è potuta succedere una cosa simile. Il fatto è questo: sono stati intervistati presunti passeggeri della Costa Concordia e le loro dichiarazioni sono state mandate in onda in alcuni programmi, da quello di Lorella Cuccarini a quello della Panicucci.

Peccato però che queste persone non sono mai salite su una nave Costa Concordia e dunque le loro testimonianze sono palesemente false. Ma di cosa stiamo parlando e perché è successo questo? Ancora non lo hanno scoperto, ma Striscia la notizia, il programma satirico che va in onda su Canale 5, ogni giorno alle 20.30, ha mostrato come le storie di queste persone siano state costruite e come gli episodi di cui parlano siano completamente falsi.

Quella che emerge è una verità davvero inquietante, sulla quale dovremmo ragionarci e soprattutto far partire immediatamente una indagine per capire se questa è stata una scelta delle due conduttrici (e nessuno lo pensa) o se loro sono state costrette a “giocare” su questo misterioso caso e, se fosse così, per quale motivo. Tutti adesso abbiamo il diritto di saperlo.

Lorella Cuccarini, dopo lo scoop di Striscia la notizia, ha dovuto chiedere scusa ai telespettatori per quell’intervista mandata in onda: ovvero la coppia di presunti sposini in Costa, Cristina e Gabriele, che poi invece si sono rivelati essere due figuranti della Rai, come poi è stato confermato dal legale della coppia. Ma perché, visto che l’avvocato si trovava in studio anche quel pomeriggio, non lo ha fatto subito presente? Questo è davvero strano.

La Panicucci, a Domenica 5, ripete poi qualche giorno dopo la stessa scena. I naufraghi sono sempre Gabriele e Cristina. Striscia la notizia per vie traverse riesce a trovare Margherita Ballarotta, ovvero colei che ha interpretato Cristina durante queste puntate e ottiene alcune spiegazioni da parte della ragazza.

“Io sono una ragazza immagine e sono stata contattata dal finto Gabriele e indirettamente dallo stesso Canzora perché la vera Cristina non se la sentiva”- sono queste le sue parole. Una spiegazione però alla quale hanno creduto veramente poche persone. Noi adesso vogliamo sapere la verità perché, attraverso certe cose, possiamo capire come funziona il sistema. Siamo dei burattini nelle mani di pochi.