Cinema: Salt, Angelina Jolie super-woman



L’abbiamo vista interpretare i ruoli più diversi tra loro: la romantica, la drammatica, la dolce, la simpatica, la furba, ma forse quello che le si addice di più come ci ha dimostrato anche interpretando Lara Croft è l’aggressiva, impavida e coraggiosa: Angelina Jolie in Salt.
In effetti è una parte che le calza a pennello, come era perfetta Uma Thurman in Kill Bill o il suo bellissimo e invidiatissimo marito Brad Pitt in Vi Presento Joe Black, insomma uno di quei ruoli che sembrano scritti apposta per l’attrice/attore ingaggiato.
E non vorremmo dire niente… ma in effetti è stato così!
Pare che Inizialmente il film avrebbe dovuto intitolarsi Edwin A. Salt e come protagonista era stato scelto Tom Cruise, dopo la scelta della Jolie Kurt Wimmer, autore del copione, ha riscritto quasi totalmente la trama ridisegnandola al femminile.
In un’intervista con Contactmusic il regista Phillip Noyce ha dichiarato che non esclude la realizzazione di un sequel dicendo “In un paio di anni speriamo di farne un altro. Angelina è grande in questa parte. Quando la gente è andata a vedere il film ha pensato che fosse solo l’inizio”.
In effetti il film, uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 23 luglio 2010 e in quelle italiane il 29 ottobre, ha avuto un grande successo incassando 290 milioni, di cui 118 solo negli U.S.A.
Ma veniamo alla trama parecchio intricata in cui la Jolie interpreta un’agente della CIA Evelyn Salt destinata a salvare il destino dell’America e del suo presidente attraverso una serie di intrighi, false identità, tradimenti e scene d’azione che lasciano col fiato sospeso.
Affiancata nel cast da Liev Schreiber, che interpreta il capo di Evelyn Salt, e Chiwetel Ejiofor, che interpreta l’ufficiale Peabody del controspionaggio CIA, non ha nulla da invidiare al suo collega Tom Cruise, anzi…
A quanto pare: To be Continued!