Calzetta Befana per bambini fai da te



Un tempo era il 6 gennaio e non il 25 dicembre che si portavano i regali ai bambini. Le cose poi son cambiate è vero; ma (forse per fortuna) qui persiste la tradizione di donare quel giorno, ai più piccoli (e non solo) almeno una bella calza con qualche dolcetto. Se ne trovano moltissime che sono già pronte ma è legittima preoccupazione, specie di una mamma, sapere se quel che è contenuto in quelle graziose calzette (talvolta tematiche) sia effettivamente salutare per i bambini. Sicuramente la maggior parte del contenuto è fatto da dolciumi ipercalorici. Un tempo invece era usanza mettere nella calza anche qualche frutto tipicamente invernale (noci e mandarini, per citarne un paio) oltre che dolci. Non è quindi obbligatorio riempire la calza soltanto di dolciumi commerciali. Però più di qualcuna obietterà che in tal modo, non vedendo solo i desideratissimi dolciumi, il bambino o la bambina potrebbero storcere la bocca, ritenendo il dono non del tutto soddisfacente. C’è però modo, con una spesa contenuta, di ovviare a questo possibile malcontento; semplicemente assieme alla calza si può aggiungere un piccolo giocattolo di contorno in grado di far dimenticare al bambino che le caramelle e / o le barrette di cioccolato non sono nella quantità desiderata. Non è necessario comprare un giocattolo “grande” tipo quelli che si regalano a Natale, è più che sufficiente qualcosa come un peluche o “pupazzetto”. In più se si vuole dare un tocco “coreografico” o “fantastico” alla notte tra il 5 ed il 6 di gennaio non sarebbe male far lasciare al bambino, prima di andare a dormire, dei biscotti ed un bicchiere di latte per la Befana. Quando la mattina dopo non li vedrà più sarà sicuramente soddisfatto del favore fatto alla cara vecchietta.