Botti di Capodanno 2012 con i bambini in sicurezza


Capodanno fa rima con botti. Per salutare l’anno che viene, infatti, i fuochi d’artificio sono un must irrinunciabile per molti. Ecco, allora, come usarli in modo responsabile anche e soprattutto quando ci sono i bambini. La parola d’ordine è prudenza, non esistono, infatti, fuochi d’artificio sicuri e anche le stelline, che piacciono tanto ai bambini, sono altamente infiammabili e possono provocare incendi sui tessuti.

Per essere certi di comprare giochi pirotecnici a norma ricordate sempre di controllare che sull’etichetta siano riportati il numero del decreto ministeriale che ne autorizza il commercio, il nome del prodotto, la ditta produttrice, la categoria d’appartenenza e le modalità d’uso. Evitate le bancarelle improvvisate e rivolgetevi solo a commercianti autorizzati (tra cui gli esercizi che sono in possesso di licenza per la vendita di giocattoli).

Al momento dell’accensione non avvicinate mai il viso e gli occhi alla miccia e non lasciate che i bambini usino i fuochi d’artificio da soli. Per l’incolumità delle persone e soprattutto dei bambini accendete i fuochi d’artificio all’aperto, lontano da case, automobili e non da balconi e finestre. Fate anche attenzione alla direzione in cui si lanciano i fuochi, assicurandovi che non ci siano persone nei paraggi.

Va sempre tenuto a portata di mano un estintore da usare in caso di incendio. I fuochi d’artificio, infatti, non vanno assolutamente bagnati con l’acqua a contatto della quale possono andare in autocombustione. Quando si trovano fuochi d’artificio che funzionano male e perciò non bruciano, non si deve mai cercare di riaccenderli ma bisogna allontanarsi dalla zona e segnalare la loro presenza alle forze di Polizia per la loro corretta inertizzazione, mediante l’intervento di personale specializzato.

fuochi d'artificio

Photo credit| www26.brinkster.com