Berlusconi Bunga Bunga: le ragazze serie, non ci sono più!



Ambra Battilana e Chiara Danese. A nominarle cosi nessuno di noi saprebbe identificarle.
E’ necessario infatti aggiungere a questa catena di nomi, altri tre grani, nemmeno si trattasse di un rosario: Emilio Fede, Silvio Berlusconi, Nicole Minetti.
E non c’è grande sorpresa quando viene rivelato che a questi ulteriori tre grani, se ne sono aggiunti altri tre, quattro, dieci, e tutti al femminile.
Partiamo però dall’inizio della catena. Loro si chiamano Ambra Battilana e Chiara Danese come già detto, 18 anni a testa da poco compiuti e neo-accusatrici del Premier Silvio Berlusconi e del suo parco dei divertimenti al grido di Bunga Bunga.
In particolare le due ragazze sono state interrogate sulla serata Bunga Bunga del 20 agosto 2010, serata a cui hanno partecipato anche le gemelle napoletane, la fidanzatina di Silvio e tante altre ragazze che tra seni al vento e palpeggiate di sedere pare abbiano sconvolto, e non poco, le due giovani neofite.
Alla serata di Villa San Martino hanno partecipato anche il Fido Fede che al rifiuto di Ambra e Chiara di spogliarsi  e ballare lap dance sofisticatissime al ritmo di baci e toccatine, pare abbia detto: “Se volete andare via, va bene. Ma non pensate di poter fare le meteorine o miss Italia”. Che affronto, aggiungiamo noi.
Eppure una volta in auto le due ragazze avrebbero ricevuto i complimenti da parte di Fido Fede, che in uno slancio di lucidità oltre la demenza senile avrebbe dichiarato (a detta di Chiara e Ambra ovviamente, non sia mai che qualcuno ostenti virgolettati non appartenenti a chi di dovere):
Fede, che si era mostrato molto seccato nei nostri confronti, quasi anticipando la nostra protesta, ci dice in macchina, alla presenza dell’autista, che avevamo fatto benissimo a comportarci così. Che avevamo superato una prova. Che non eravamo come le altre ragazze, tutte puttane. Che eravamo le “favorite” del presidente e avremmo fatto una bella carriera. Io e Chiara rimaniamo sbigottite“.
Al festone come abbiamo sottolineato prima, c’era anche Nicole Minetti, rimasta a lungo svestita sul palo della lap dance e come ogni Madre Natura che si rispetti, ha offerto il suo seno materno al baldanzoso Berlusconi. Lei si che potrebbe aspirare a Miss Italia, ah no, lei ha ottenuto altri tipi di poltrone.
Ad ogni modo, senza polemizzare, quello che volevamo comunicare è che si aggiungono ogni giorni testimonianze di Bunga-bunghine accusatrici e il 31 maggio è ormai alle porte.
L’asso nella manica Berlusconi però ce lo avrebbe pure e si chiama Bendandi,  chissà infatti che il presunto terremoto di Roma di Maggio non sposti l’attenzione su altro….