Bere urina fa bene? Leggete un pò qui…



L’argomento non è molto gradevole e di questo ci scusiamo anticipatamente. Ma è d’obbligo, come donne ed uomini del XXI secolo che ci si inchini alla scienza, quali che siano le direzioni da essa contemplate. Ora, siamo lontani, o almeno un pò lontani dai tempi in cui si pensava che la taurina, sostanza presente nella bevanda Red Bull fosse in definitiva sperma di toro (il che avrebbe reso la bevanda in questione almeno 20 volte più costosa, data la difficoltà di reperire il materiale in sicurezza e la relativa scarsità dello stesso).

Ma dall’India arriva una nuova bevanda, sulla cui composizione e sul cui ingrediente principale ci sono a dire il vero pochissimi dubbi. Il nome che le è stato dato è molto sincero; si chiama infatti Gau Jal, che in sancrito vuol dire “acqua di vacca”, ed è proprio l’urina del bovino la componete principale del nuovo soft drink made in India. E’ stata sviluppata dal Cow Protection Department e farà sicuramente storcere il naso a più di qualche utente e consumatore (comprensibilmente, diremmo). Però pare che abbia delle indubbie qualità benefiche per il corpo umano. Sarebbe infatti un effluente con capacità curative per il fegato e pare che giochi un ruolo anche nella difesa da certe forme di cancro. I risultati di laboratorio indicano che la sua assunzione su base quotidiana farebbe abbassare i livelli di glucosio nel sangue, contemporaneamente aumentando l’insulina nel plasma. Prevedibilmente non è in previsione alcuna immissione delle bibita sul mercato europeo e nord o sud americano. Ma l’India da sola è un enorme mercato e lì non c’è dubbio che la Gau Jal avrà successo. Senza considerare che lì la mucca è un animale sacro e ci sono molti studi per sfruttare feci e urina a scopo benefico.