Barcellona e il Camp Nou: Catalunya con i bambini

Barcellona, la splendida città catalana, viene spesso legata a due ambiti fondamentali: la movida e l’arte. Quindi, si potrebbe pensare che i turisti che la popolano siano esclusivamente giovani amici in vacanza oppure adulti appassionati di Gaudì e Picasso. La verità è che Barcellona è anche una meta a misura di bambino, nonché patria di una delle squadre di calcio più forti e celebri del mondo. Dunque, se il vostro piccolo non fa che dare calci ad un pallone fingendosi Leo Messi, non potrete esimervi durante le prossime Feste dal portarlo in visita al Camp Nou!

Si tratta dello stadio più grande d’Europa, nonché uno tra i più ricchi di storia, un vero tempio del calcio interessante anche per i papà… e le mamme possono farsene una ragione per amore dei maschietti di casa. L’unico problema del visitare un luogo così popolare, soprattutto in un periodo di festa, è la lunga coda di attesa per l’ingresso, che potrebbe scoraggiare anche i tifosi più sfegatati. Soprattutto i più piccoli, infatti, patiscono la noia e l’immobilità della coda: per evitare pianti e musi lunghi, una buona soluzione sono i siti come GetYourGuide che danno la possibilità di acquistare comodamente online biglietti prioritari per saltare la fila, e poi immergersi in un tour di un’ora e mezza nella storia del Barça, sulle orme dei grandi campioni della squadra catalana. Un’emozione da non perdere per i vostri bambini è certamente la camminata che porta dal tunnel sotto lo stadio fino al campo, la stessa che i giocatori percorrono prima di ogni partita!

Anche il resto di Barcellona è certamente appetibile anche per i vostri figli, una vera città a misura di bimbo: ad esempio, sulle Ramblas e in Plaza de Catalunya, è possibile ammirare splendide esibizioni di acrobati e giocolieri, al mercato coperto della Boqueria si trovano golosità tipiche da assaggiare e lo zoo di Barcellona sarà certamente gradito a tutti i piccoli appassionati di animali.