Annalisa Scarrone Nali: storia di una ragazza vintage



La seconda classificata di Amici 10, Annalisa Scarrone, parla finalmente di sé senza più quella timidezza e quel timore che, al di là della bravura come cantante, l’hanno contraddistinta come persona. Almeno ai nostri occhi.

L’esperienza vissuta ad Amici l’ha fatta crescere e la fiducia che il pubblico ha sempre dimostrato nei suoi confronti le hanno dato la giusta spinta per entrare nel mondo della musica a testa alta.

In realtà c’è un universo da scoprire in Annalisa, osservandola dietro la “maschera” da brava ragazza e alunna troppo diligente e perfettina.

Attraverso il suo primo album Nali scopriamo una ragazza tutt’altro che fredda, come spesso è stata definita in questi mesi, con un trasporto sincero per la musica. C’è un unico pezzo scritto da lei nel cd: Solo. E parla di spettacoli, palcoscenici e tutto ciò che lei ha vissuto da settembre fino ad oggi, sebbene il pezzo sia stato scritto prima di presentarsi ai provini per partecipare al talent show di Maria De Filippi.

Ha preso inoltre bene la sua sconfitta alla Finale di Amici 10, vedendosi passare avanti e vincere (per un soffio) Virginio. Riconosce la prodigiosa crescita artistica del suo ormai ex compagno di scuola, mentre lei ammette di essere rimasta uguale, se stessa.

Diversa da come appare in tv, la giovane cantante veste abiti vintage e ha una piccola nota tatuata su un dito.

All’amore non ci pensa (per ora) c’è solo la musica nel suo cuore e il primo passo per il successo che noi tutti le auguriamo è stato quello di presentare al Tgcom il suo primo album Nali, consegnandolo nelle mani del mondo.