Amore Adolescenza: arriva il mini-condom



La notizia può suscitare un certo e legittimo fastidio. Si tratta di qualcosa successo in svizzera e che lascia pensare ad uno scenario con un che di perverso; ne ha parlato il tabloid britannico Daily Telegraph, con il titolo: “Preservativi extra small per ragazzi di 12 anni in vendita in Svizzera”.
Non si tratta di una boutade. In base ad alcune ragioni definite di stringente importanza è stata portata avanti la produzione di un preservativo di piccole dimensioni appositamente studiato per tutti gli adolescenti appena al margine della pubertà o perfino prima. A lanciare il prodotto un’azienda leader nel settore, la Lamprecht, per ora su scala limitata, ma accogliendo la richiesta di alcune organizzazioni anti AIDS, dopo aver visionato alcuni studi e soprattutto in seguito a quanto suggerito da alcune associazioni di genitori. Risulta infatti che oggi, rispetto a 20 anni fa, in Svizzera, ci sono molti più ragazzi sessualmente attivi tra i 12 ed i 14 anni; uno studio condotto in Germania inoltre ha rilevato che un quarto dei soggetti sessualmente attivi tra i 13 ed i 20 anni in genere trovano preservativi troppo grandi per loro.
E’ sulla base di questo che si è mossa la Lamprecht; il nome dato al prodotto è Hotshot, si tratta di preservativi che hanno un diametro di 0,7 cm inferiore rispetto alla dimensione standard e sono un pò più corti. La speranza non è che gli adolscenti ne facciano uso, ma che conoscano ancor prima dell’inizio della loro vita sessuale quali sono gli strumenti adatti a condurre questa parte della loro vita in modo del tutto sicuro; per se stessi e per gli altri. Viene altresì riconosciuto che questi piccoli preservativi non sono l’unico mezzo per risolvere il problema di una sessualità “disordinata”. Alla base di tutto può esserci solo e soltanto un’educazione sessuale estesa e perfino puntigliosa, da condurre a scuola, senza alcun argomento tabu.