Aliquota Imu, nuovi aumenti in vista



L’IMU, la tassa sulla casa, rischia di prendere una piega decisamente peggiore di quella che già è. Sembra che i prof seduti nell’Olimpo del Governo Monti debbano ritornare tra i banchi di scuola a fare ripetizioni di matematica… le stime del gettito dell’IMU, infatti, sarebbero sbagliate.

A lanciare l’allarme sui conti che non tornano è Graziano Del Rio, il presidente dell’Anci, l’associazione nazionale che raggruppa tutti i comuni italiani: “L’abbiamo detto fin dall’inizio che le stime sul gettito dell’Imu erano superiori a quelle che noi prevedevamo: il governo ha stabilito 21 miliardi ma ci sarà un gettito minore e questo è un grande problema. Spero di sbagliarmi altrimenti il cittadino si troverà a pagare molto di più”.

Dunque, oltre alla beffa di una tassa alquanto poco trasparente, dobbiamo aspettarci l’ennesima stangata a tradimento tra capo e collo. All’appello, infatti, mancherebbero la bellezza di 2,2 miliardi di euro… voi che ne dite, non sono mica bruscolini. E indovina indovinello, quale sarà mai la soluzione per ‘tappare’ questa falla e arrivare al pareggio di bilancio previsto per il 2013?

Come sempre spetterà ai cittadini l’onere di riparare ai danni fatti da chi pensava di essere al comando di una nave crociera, invece che di un Paese… tra le soluzioni ipotizzate, infatti, c’è l’innalzamento delle aliquote IMU, un altro 1 per 1000 in più sia sulla prima casa che sugli altri immobili, bell’affare… ma i sindaci e i Comuni non ci stanno, e continuano la loro protesta ad oltranza, di sicuro avranno un ulteriore motivo per scendere in piazza a Venezia il 24 maggio.