Ai Se Eu Te Pego: il plagio non preoccupa Michel Telo



Per Michel Telo, le accuse di plagio portate aventi da due ragazze in merito alla paternità di quello che è diventato il tormentone della stagione, Ai Se Eu Te Pego è del tutto priva di fondamento. Anche perchè lui il brano non l’ha scritto, l’ha semplicemente cantato. Intervistato da TgCom24 spiega chiaramente come il brano fosse fià molto popolare in Brasile, lui l’ha solo reinterpretata, con il suo stile. E senza mezzi termini si gode il momento magico che l’enorme successo della canzoncina gli ha portato.

Nessuno dei suoi beni è stato sequestrato per ordine del giudice e non figura neanche tra le persone chiamate a comparire in tribunale. Quindi sembra che le notizie che hanno iniziato a circolare dallo scorso mercoledì in avanti siano prive di fondamento; concetti già precisati in un comunicato emesso dall’etichetta Roster Music che rappresenta per i territori europei ed Israele i diritti discografici dell’artista e del suo album, Na Balada.

Michel Telo non è un compositore ed ovviamente non ha scritto Ai Se Eu Te Pego. E’ solo uno dei cantanti che hanno interpretato questa canzone. Come già detto i suoi beni non sono stati bloccati e qualsiasi azione legale relativa a questo brano, protetto da copyright non avrà conseguenze sul patrimonio dell’artista.

Sempre nel corso dell’intervista rilasciata alla testata Mediaset, Michel Telo conferma la sua assoluta mancanza di preoccupazioni per il futuro. La sua è una cover e se anche il plagio dovesse essere dimostrato in futuro i problemi saranno di altri e non suoi. Il suo successo rimane senza ombre ed è arrivato dopo una lunghissima gavetta, partita dall’adolescenza, quando andava in giro per il Brasile a cantare.