Afa Di Fine Agosto: come combatterla?

caldo-termometro-e-sole-e1345110699450

Vi sarete resi conto di come, improvvisamente, l’aria si sia trasformata in un inferno di fuoco! Le spiagge sono calpestabili unicamente con le ciabatte sin dalle prime ore della mattinata ed il refrigerio anche a due passi dal mare non è percepito! Si percepisce perfettamente, invece, l’ondata di vento caldo che opprime e mozza il respiro! Lo stivale è percorso da Caligola, ennesimo mostro infernale di fuoco, arrivato ad un passo da settembre, per portare un po’ d’Africa in un’Italia già ampiamente stretta nella morsa del caldo! Ma se neanche un bagno in mare (caldissimo) nelle ore più calde sembra alleviare il fastidio portato dall’afa e dall’elevato tasso di umidità, che fare?

Tutti coloro che soffrono di patologie cardiache o respiratorie dovrebbero restare in casa nelle ore più calde della giornata, evitando di percorrere tratti di strada assolati o di raggiungere le spiagge in orari improponibili! L’ideale sarebbe rinfrescarsi con docce tiepide o fresche durante tutto l’arco della giornata e bere molto. L’acqua, ovviamente, è ricca di sali minerali ed è la bevanda maggiormente dissetante, ma sono consigliati anche succhi di frutta freschi, tè freddi e, se si soffre l’afa in spiaggia, granite! Dovreste bere poco e spesso, per evitare di riempirvi eccessivamente e per idratare il corpo, in preda alla sudorazione intensa, con maggiore efficacia!

Un rimedio efficacissimo contro la disidratazione consiste nel cibarsi di frutta fresca di stagione che, nemmeno a farlo apposta, sviluppa la produzione di melanina e ci regala un colorito ambrato e più intenso, con minore sforzo! Via libera a meloni, pesche e susine fresche, un vero toccasana con Caligola nei paraggi!

Per reintegrare i sali minerali persi ci si può affidare a comuni integratori di magnesio e potassio oppure ad integratori multivitaminici che ci regaleranno vigore, forza ed energia; tutto ciò insomma che Caligola ci aveva indebitamente “rubato”!

Se siete costretti ad uscire nelle ore più calde, portate con voi un ventaglio o i comodissimi ventilatori portatili a pile. A volte sono di vitale importanza! Non dimenticate mai a casa una bottiglietta d’acqua ed una bustina di zucchero che vi salverà da improvvisi cali di pressione! Possono essere utili anche delle caramelle zuccherose, all’occorrenza!

Evitate, inoltre, di fare sport all’aperto nelle ore in cui il sole si esprime con maggiore dirompenza, ossia dalle 11 del mattino alle 17 della sera. Si dovranno privilegiare movimenti lenti e pacati, per non affaticare ulteriormente il fisico, già provato dal caldo eccessivo!

L’inferno di fuoco è arrivato. E, voi, come lo combattete?