Adele Vanity Fair copertina marzo 2012



Adele sulla copertina di Vanity Fair! Dopo le ultime notizie che circolavano in rete, su una sua presunta pausa di cinque anni dal mondo della musica, la cantante inglese aveva smentito e anzi, nell’intervista che apparirà anche sul magazine Vanity Fair, Adele dichiara : “La gente pensa che io sia sempre triste. Restano sorpresi quando mi incontrano e mi vedono loquace, frizzante, spensierata. Sono l’esatto opposto dei miei dischi. E non voglio più fare un disco sul dolore dell’abbandono. Ho finito di essere una strega rabbiosa”. E sul suo stretto rapporto con il pubblico aggiunge : “Penso che sia perché scrivo io stessa le mie canzoni; parlano della mia vita. Quando io canto Someone Like You, so che ogni singola persona intorno a me sarà in grado di mettersi in relazione con il brano. Io provo affetto per me stessa, provo affetto per loro, loro provano affetto per me. È una specie di grande patto. Puoi sentirlo, puoi quasi toccarlo!” Dopo l’operazione alle corde vocali a cui si è sottoposta (novembre 2011), Adele cerca di stare attenta a tutto ciò che mangia e beve. Le sigarette ancora fanno parte dei suoi vizi, però ne ha diminuito il consumo, mentre per quanto riguarda l’alcool ha deciso che basta,  non avrebbe più bevuto. E così è stato, ora dice che non le piace e ed è convinta che il suo organismo non ne ha bisogno. Ottima deduzione cara Adele! Quando invece le si chiede l’identità misteriosa dell’uomo che le ha “distrutto” il cuore ma è stato l’artefice indirettamente del cotenuto dell’ album 21 (che ha superato alla fine del 2011 quindici milioni di copie vendute nel mondo) contenente singoli da record di classifica, lei risponde “A modo suo, lui era fantastico, grande. Ma non poteva funzionare. E mi sono chiesta a lungo se davvero si meritasse di essere usato da me come ispirazione per il disco. Ma ora che è passato del tempo, mi sembra giusto che la persona che mi ha cambiato per sempre la vita meriti un po’ di credito. Se non lo avessi incontrato, dopo tutto, sarei ancora la bambina che ero a diciott’anni. Ora so che cosa voglio per me stessa e dagli altri. Prima non lo sapevo”. Perché, com’è Adele? La cantante ci pensa su e poi risponde:  “ Sono un po’ drammatica. Questa è una cosa negativa. Sono capace di cambiare umore molto rapidamente. Non sono bipolare, ma passo molto in fretta da “Oh, mio Dio, ti amo” a “Fuori da casa mia!”. E non mi siedo mai a discutere tranquilla. Uso il silenzio. Però sono anche premurosa. Farei di tutto per il mio uomo. Sono una brava cuoca. Sono una persona divertente!”  Per conoscere il resto dell’intervista non vi resta che aspettare il 28 marzo quando uscirà la rivista in edicola!